Potato morto di coronavirus: era il clown che faceva divertire i bambini in ospedale

Mercoledì 24 Giugno 2020 di Alessia Strinati
Il Brasile piange la morte del suo clown. Leandro Maduro Costa, famoso a Rio de Janeiro per la sua attività di volontariato al servizio dei bambini ammalati nell'ospedale cittadino, è morto a 44 anni a causa del coronavirus che in questi giorni sta mettendo in ginocchio tutto il Sud America, in modo particolare proprio il Brasile.

Leggi anche > Gran Bretagna, Boris Johnson annuncia fine lockdown: «Dal 4 luglio distanziamento sociale di un metro»

Potato the clown, come era conosciuto dai suoi piccoli amici, potrebbe aver contratto la malattia proprio in ospedale, mentre provava a far tornare il sorriso ai suoi giovani malati. Il suo desiderio era quello di poter essere sepolto vestito da pagliaccio, come ha raccontato un caro amico alla stampa locale, ma purtroppo non sarà possibile visto che per prassi i morti di covid sono trattati con modalità particolari a causa dell'alto rischio di contagio.

L'uomo era nato in una famiglia molto povera e proprio le sue modeste origini lo hanno portato a fondare progetti benefici e a fare volontariato per aiutare i bisognosi. I primi sintomi del covid sono comparsi lo scorso 4 maggio, poi le sue condizioni si sono aggravate a causa di alcune patologie pregresse che hanno aggravato il suo quadro clinico.  © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento