Coronavirus, la Svizzera chiude le stazioni sciistiche fino al 30 aprile

Sabato 14 Marzo 2020
Coronavirus, la Svizzera chiude le stazioni sciistiche fino al 30 aprile
Fino a pochi giorni fa, sembrava un problema esclusivamente italiano, ma era fin troppo chiaro che non fosse così. L'emergenza Coronavirus ora coinvolge anche i nostri vicini. A cominciare dalla Svizzera che, a dire il vero, aveva già adottato alcune misure restrittive per quanto riguarda gli eventi sportivi.

Leggi anche > Coronavirus, Trump: «Ho fatto il tampone, aspetto i risultati». Negli Stati Uniti 2.100 casi e 48 morti, pronti test gratuiti​



Come riporta la CNN, le autorità elvetiche hanno deciso di chiudere tutte le stazioni sciistiche del paese, che in questi giorni erano ancora affollate di turisti. La prima a chiudere è stata quella di Zermatt, al confine con l'Italia, dove fino a ieri i turisti di tutto il mondo si godevano le vacanze, prendendo d'assalto piste e locali.

La chiusura delle stazioni sciistiche in Svizzera resterà in vigore fino al prossimo 30 aprile. Intanto, però, a Zermatt come in altre località i turisti hanno deciso di rimanere nonostante il divieto d'accesso alle stazioni sciistiche, affollando bar e ristoranti. Basterà chiudere le piste per limitare la diffusione del virus? © RIPRODUZIONE RISERVATA