Coronavirus, in Gran Bretagna obbligo di quarantena negli hotel per chi arriva da paesi a rischio

Mercoledì 27 Gennaio 2021
Coronavirus, in Gran Bretagna obbligo di quarantena negli hotel per chi arriva da paesi a rischio

Coronavirus, linea dura della Gran Bretagna di fronte al pericolo varianti. Il governo di Boris Johnson sta infatti per stabilire l'obbligo di quarantena, all'interno di hotel appositi, per chi arriva dai paesi più a rischio. Una misura già attiva in paesi come l'Australia e la Nuova Zelanda.

 

Leggi anche > Superati 100mila morti in Gb: più della Grande Peste, dell'Aids e di ogni guerra o attentato dal '45 messi insieme

 

Obbligo di quarantena negli hotel

La misura, ampiamente annunciata e dibattuta nei giorni scorsi, potrebbe scattare già oggi o domani. Come riportano il Telegraph e la BBC, la Gran Bretagna ha già stabilito il divieto di arrivo per chi arriva dai paesi più a rischio, ma la nuova disposizione potrebbe colpire i cittadini britannici di rientro dall'estero. L'obbligo di quarantena varia, seppur di poco, tra le varie nazioni della Gran Bretagna: sostanzialmente, chi rientra dai paesi a rischio, una trentina di stati dell'America Latina e dell'Africa, dovrà restare in isolamento per dieci giorni, in hotel appositamente allestiti. La misura riguarda anche chi arriva dal Portogallo, dal momento che la maggior parte dei voli dal Brasile ai paesi europei arrivano tramite scalo all'aeroporto di Lisbona. Il soggiorno negli hotel sarà interamente a carico di chi ritorna dall'estero.

 

La nuova misura contro le varianti

La decisione è giunta per il timore delle varianti brasiliana e sudafricana. Non c'è ancora una decisione definitiva da parte dell'Esecutivo, ma le discussioni degli ultimi giorni fanno pensare che la misura potrebbe entrare in vigore a breve e, addirittura, si sta pensando di estendere l'obbligo di quarantena in hotel anche per gli arrivi da altri paesi del mondo.

 

 

Coronavirus, numeri drammatici in Gran Bretagna

Mentre la Gran Bretagna cerca di fronteggiare il pericolo delle varianti brasiliana e sudafricana, quella inglese continua a causare numeri assolutamente allarmanti. Solo ieri, le autorità sanitarie britanniche hanno comunicato 1631 morti in 24 ore, con il totale da inizio pandemia che ha superato le 100mila vittime.

 

Gran Bretagna, le regole sulla quarantena

A oggi, per poter entrare in Gran Bretagna occorre presentare un certificato di test negativo al coronavirus, da realizzare 72 ore prima dell'arrivo, e poi rispettare un isolamento di 10 giorni, che può essere fatto anche a casa. Le regole sulla quarantena variano da nazione a nazione: in Inghilterra, ad esempio, l'isolamento può essere ridotto a cinque giorni con un secondo test negativo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA