Bucha, due fratellini sulla tomba della mamma: non portano fiori ma cibo. La foto straziante

Bucha, due fratellini sulla tomba della mamma: non portano fiori ma cibo. La foto straziante
Bucha, due fratellini sulla tomba della mamma: non portano fiori ma cibo. La foto straziante
3 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Aprile 2022, 21:53 - Ultimo aggiornamento: 9 Aprile, 22:46

Un cumulo di terra fangosa, una croce di legno improvvista, avvolta in una sciarpa, e un cordone di mattoni rossi forati. Sopra la tomba, non fiori ma alcuni barattoli di cibo. Sono quelli che due fratellini, Vlad di 6 anni e Vova di 10, portano alla madre, Ira, morta di stenti e sepolta nel cortile della loro casa a Bucha, la piccola cittadina alle porte di Kiev, dove è avvenuta la strage di civili.

Putin al funerale di Zhirinovsky con la valigia che attiva le armi nucleari? La foto

Le immagini strazianti dei due fratellini, in particolare di Vlad, catturati dallo scatto del fotografo dell'Associated Press, hanno fatto il giro del mondo: ogni giorno i due si recano sulla tomba della madre per portarle del cibo, il suo preferito, quello che le è mancato nei suoi ultimi giorni, ciò di cui aveva bisogno insieme all'acqua, e che non ha più avuto a causa della guerra. Accanto ai barattoli ci sono infatti anche dei succhi di frutta.

Strage a Kamarstork, 50 morti. Il giallo dei missili Torchka: «Li usano russi e ucraini»

Negli scatti del fotografo si vedono i due fratellini insieme e poi solo Vlad: il piccolo ha le mani nella tasca del suo giubbotto verde, il cappuccio rialzato e trattiene a stento le lacrime mentre si allontana dalla tomba della mamma. Solo una delle tante, troppe, strazianti storie che emergono dalla guerra in Ucraina. L'immagine dei due fratellini è stata scattata a Bucha dove decine di civili innocenti sono stati massacrati.

La Russia è stata accusata di crimini di guerra per la strage dopo il ritrovamento di centinaia di cadaveri - molti con ferite da arma da fuoco a distanza ravvicinata o gravi ustioni - che dalle strade di Bucha sono state gettate in fosse comuni. Lo stesso presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, è andato a Bucha per «mostrare al mondo» le fosse comuni, accusando la Russia di aver trattato gli ucraini «peggio degli animali». «Vogliamo mostrare al mondo ciò che è successo qui. Quello che hanno fatto i militari russi. Quello che la Federazione Russa ha fatto nella pacifica Ucraina», ha detto Zelensky. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA