Boy Scouts of America annuncia la bancarotta: centinaia di denunce per abusi sessuali

Martedì 18 Febbraio 2020 di Nico Riva
Boy Scouts of America sommersa da centinaia di accuse di pedofilia: potrebbe essere la bancarotta del secolo

La pedofilia continua ad essere un grave problema negli Stati Uniti. Da diverse diocesi cattoliche ad alcune scuole, centinaia di milioni di dollari son già stati spesi in risarcimento alle vittime di abusi. Ora si aggiunge l'associazione The Boy Scouts of America, costretta a presentare l'istanza di bancarotta a seguito di una montagna di accuse di abusi sessuali su minori. I numeri fanno impallidire: si parla di oltre 12mila bambini coinvolti e di quasi 8000 aggressori tra leader e dipendenti della BSA nell'arco di circa 70 anni. Il quotidiano britannico The Guardian spiega che questa potrebbe diventare una delle più grandi e complesse bancarotte della storia. 

Leggi anche > «La pedofilia non uccide nessuno, l'aborto sì», le parole choc del sacerdote Bucci

Oggi 18 febbraio, l'istanza è stata presentata alla corte di Wilmington, Delaware. Grazie al ricorso al “Chapter 11”, ora tutte le cause potranno essere riunite in un unico tribunale. Contemporaneamente schiere di avvocati stanno continuando a raccogliere testimonianze e preparando accordi con migliaia di di uomini e ragazzi che sostengono di aver subito abusi durante la loro permanenza nei Boy Scouts. Molti hanno dovuto attendere decenni prima di poter denunciare a causa della burocrazia e dei limiti della legge. Ma nel 2019 è arrivata una svolta decisiva: alcuni Stati (es. New York, Arizona, California, New Jersey) hanno modificato le proprie leggi per rendere più facile denunciare gli abusi sessuali. Perciò da una costa all'altra degli States le accuse contro i Boy Scouts si son moltiplicate. 

Messa alle strette, l'associazione americana fondata nel 1910 ha avuto come ultima spiaggia la bancarotta. Ma ci son forti possibilità che venga costretta anche a vendere gran parte delle sue proprietà per raccogliere il denaro necessario a ripagare le vittime. Si vocifera che un eventuale fondo di risarcimento potrebbe perfino sorpassare il miliardo di dollari. Anche perché le finance dei Boy Scouts of America sono in calo da anni, parallelamente alle iscrizioni. Gli scouts americani son sotto i 2 milioni: meno della metà di quanti erano negli anni '70. 

«I programmi di scouting continueranno durante il processo e per i prossimi anni», ha riferito il portavoce Evan Roberts. «I comitati locali non hanno infatti presentato l'istanza di fallimento perché sono organizzazioni legalmente autonome». Uno degli avvocati che difende numerose vittime ha però replicato: «Ci sono veramente tanti uomini arrabbiati che non permetteranno all'associazione di passarla liscia. Vogliono che paghino per ogni singolo caso».

Ultimo aggiornamento: 15:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA