No green pass, scontri in Belgio. Assalto alle auto e incendi, la polizia risponde con lacrimogeni e cannoni ad acqua

Domenica 21 Novembre 2021

Tensione e scontri in Belgio, a Bruxelles, nel corso di una manifestazione di protesta contro le misure anti-covid. In base alle fonti ufficiali, 35mila i presenti al corteo. Tutto era iniziato in modo alquanto pacifico, ma dopo il lancio di oggetti da parte di un gruppo di manifestanti contro la polizia gli agenti hanno usato cannoni ad acqua e gas lacrimogeni per disperdere i facinorosi.

 

 

Video

 

 

Misure restrittive per accedere a bar e ristoranti

Intitolata “Insieme per la libertà”, la manifestazione ha contestato in particolar modo l'introduzione del green pass come mezzo obbligatorio per accedere a bar, ristoranti e ad altri luoghi aperti al pubblico. Iniziata pacificamente, la protesta è stata poi dispersa dagli agenti con l'uso di gas lacrimogeni e cannoni ad acqua dopo azioni violente da parte dei manifestanti. Alcuni erano incappucciati e sventolavano bandiere nazionaliste fiamminghe.

 

 

 

 

 

 

La nuova ondata in Europa

Gli scontri con la polizia sono avvenuti vicino alle sedi dell'Unione Europea. La manifestazione è stata organizzata in risposta al divieto di accesso a bar e ristoranti imposto ai non vaccinati. L'Europa sta affrontando un'altra ondata di contagi e diversi Paesi hanno inasprito le misure nonostante un sempre più alto numero di persone si stia vaccinando. Il Belgio, uno dei Paesi più duramente colpiti dalla nuova ondata dell'epidemia, ha esteso i permessi per lavorare da casa e inasprito le misure contro i non vaccinati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA