Maltempo choc: barra di ferro squarcia l'auto FOTO

La foto dell'auto trafitta dal grosso pezzo di ferro è diventata subito virale

Il pezzo di ferro squarcia la vettura: il clamoroso ritrovamento del proprietario
Il pezzo di ferro squarcia la vettura: il clamoroso ritrovamento del proprietario
di Niccolò Dainelli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Maggio 2022, 16:32

Il maltempo in India fa sul serio. I residenti di Nuova Delhi si sono riversati in massa su Twitter per condividere con il mondo social quanto sta accadendo in queste ore nella capitale. Il forte abbassamento delle temperature ha portato a una grandinata violenta che ha creato grandi disagi e gravi danni. Alberi sradicati, traffico in tilt, auto ammaccate, ma anche un'auto squarciata da un grosso pezzo di ferro che si è staccato da un palazzo. 

Leggi anche > «Meglio morire che sopportare le torture dei mariti»: tre sorelle suicide dopo aver ammazzato i figli

È quanto registrato nella capitale indiana dopo il maltempo ha portato a una diminuzione repentina delle temperature di bene 16 gradi in meno di un'ora scatenando la violenta grandinata. «Tra le 16:20 e le 17:40, la temperatura è scesa da 40 gradi Celsius a 25 gradi Celsius a Safdarjung», ha affermato il Dipartimento meteorologico indiano.

E sui Twitter gli utenti hanno immortalato uno scenario apocalittico, mai visto a Nuova Delhi. Il violento nubifragio che si è abbattuto seguito da una pioggia di grandine senza precedenti ha visto alberi sradicarsi, ma ha portato anche a numerosi incidenti stradali in tutta la città che hanno mandato in tilt il traffico della metropoli. 

Gli alberi sono crollati su molte auto, ma sicuramente a conquistare il premio per la sfortuna più grande è il proprietario di un'auto che si è ritrovato un grosso pezzo di ferro conficcato nel parabrezza. L'immagine pubblicata sui social è diventata subito virale scatenando ironia, ma anche commenti di vicinanza. Ma tutti sul web concordano: la fortuna più grande è che in quel momento non ci fosse nessuno all'interno dell'auto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA