Bimbo di 12 giorni sbranato dal cane di famiglia, i genitori arrestati per negligenza e omicidio

Giovedì 17 Settembre 2020 di Alessia Strinati

Un neonato è stato sbranato dal cane di famiglia a soli 12 giorni di vita. Il piccolo Elon è stato aggredito mentre era in casa a Doncaster, nel Regno Unito e ora i suoi genitori sono stati arrestati con l’accusa di omicidio colposo per negligenza grave.

Leggi anche > Bambina di 10 anni chiusa in bagno e stuprata a turno da tre fratelli trentenni. Due in carcere, uno è scappato

Il cagnolino, un meticcio che è stato descritto da tutti come un animale soffice e innocuo, non aveva mai dato alcun segno di aggressività. Sua mamma Abigail Ellis, 27 anni, ha postato l'ultima foto di lei con il figlio sui social pochi attimi prima della tragedia. Ad assistere all'aggressione erano presenti gli altri tre figli della donna avuti da una precedente relazione.

Lei, insieme al suo nuovo compagno e papà di Elon, Stephen Joynes, sono stati arrestati con l'accusa di omicidio colposo per negligenza grave. Pare però si sia trattato solo di una tragedia, come spiega un amico della donna al Mirror, raccontando che la 27enne aveva subito già molte digrazie nella sua vita: la morte del padre, quella del compagno padre dei suoi tre figli e ora sperava in un nuovo inizio, ma il suo bambino è stato ucciso. 

Il neonato è stato aggredito improvvisamente dal cane, immediatamente i genitori lo hanno portato in ospedale, ma le sue condizioni erano troppo gravi ed è morto poche ore dopo. La coppia è stata arrestata, ma tutti i loro amici e parenti sostengono che si sia trattato solo di una tragedia e che mai avrebbero messo in pericolo il bambino.

Ultimo aggiornamento: 13:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA