L'amico le punta la pistola contro e le spara, 19enne muore e lui si giustifica: «L'ho sempre fatto non è mai partito un colpo»

Lunedì 21 Settembre 2020 di Alessia Strinati

L'amico le punta la pistola addosso e la uccide, poi prova a giustificarsi dicendo di averlo sempre fatto. Victoria “Tori” Lynn Busch, 19enne di Panama Beach City, in Florida, negli Usa, è stata uccisa "per errore" da un suo amico, il 24enne Spencer Chase Pruitt, che le ha puntata lo pistola davanti prima di fare fuoco.

Leggi anche > Picchiata dal fidanzato perché era uscita con gli amici: «Ho avuto paura di morire»

I due erano ospiti in casa di alcuni amici quando si è consumata la tragedia. Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi sul posto e con loro è arrivata anche la polizia. Il 24enne ha provato a giustificarsi dicendo che si era trattato di un incidente spiegando di aver puntato la pistola contro Victoria per gioco, ma l'arma era carica. Per avvalorare la sua tesi ha aggiunto di averlo fatto altre volte senza che fosse mai accaduto nulla, ma per gli agenti non è stato certo un motivo valido e il giovane è stato condotto in carcere dove resterà fino al processo.

Purtroppo per la 19enne non c'è stato nulla da fare, come riporta anche la stampa locale. Quando i paramedici hanno fatto ingresso nella casa era già morta. Ora gli amici hanno avviato una raccolta fondi per sostenere la famiglia nelle spese per il funerale. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA