Ecobonus al 110% solo per le prime case, 500 euro per le vacanze

Giovedì 14 Maggio 2020 di Andrea Bassi e Luca Cifoni
Ecobonus al 110% solo per le prime case, 500 euro per le vacanze

Arriva il super-bonus al 110 per cento per efficientamento energetico e prevenzione anti-sismica, accompagnato da un'importante novità: la possibilità per le famiglie di sfruttare per questi interventi (ma anche per quelli di recupero del patrimonio edilizio) al posto della normale detrazione fiscale, un contributo sotto forma di sconto anticipato dall'impresa che fa i lavori oppure un credito d'imposta cedibile ad altri soggetti tra cui anche le banche.

LEGGI ANCHE Bonus autonomi, solo un’altra mensilità da 600 euro, nei sostegni anche colf e badanti

Questa opzione varrà per gli interventi fatti quest'anno o il prossimo. L'ampliamento al 110 per cento della percentuale di detrazione - fruibile in cinque rate annuali o nelle forme alternative di cui sopra - scatterà invece per le spese sostenute dal prossimo primo luglio al 31 dicembre 2021. Per il ministro Fraccaro si tratta di «una rivoluzione per economia e ambiente». I soggetti interessati sono condomini e proprietari di singole unità immobiliari, nel secondo caso purché si tratti di abitazioni principali (e questa è una novità che riduce la portata della misura). Ammessi i lavori di efficientamento energetico e quelli di adeguamento sismico, così come quelli per gli impianti fotovoltaici e per l'istallazione di colonnine di ricarica dei veicoli elettrici; ma non a quanto pare quelli di restauro delle facciate dei palazzi. Per la riqualificazione energetica il requisito è che l'edificio al termine dei lavori ottenga uno scatto di due classi di efficienza energetica, oppure raggiunga la classe massima.
 

BONUS VACANZE
Confermato anche il «tax credit» per le famiglie che faranno le vacanze in Italia. Il contributo andrà ai nuclei che hanno un Isee fino a 40 mila euro. Il credito massimo spendibile presso le strutture italiane sarà di 500 euro e potrà essere assegnato a un solo componente della famiglia. Il credito per un nucleo di due persone sarà di 300 euro, mentre nel caso di un single sarà di 150 euro. Rinnovati anche i congedi per le famiglie con figli minori a casa per la chiusura delle scuole. Potranno usufruire di un congedo straordinario al massimo di un mese retribuito al 50%. In alternativa si potrà beneficiare del bonus baby sitter che viene portato da 600 a 1.200 euro. Nel provvedimento è stata inserita anche una norma che assegna ai lavoratori con figli fino a 14 anni il diritto al lavoro agile per tutta la durata dell'emergenza coronavirus. Con una modifica dell'ultima ora è stato inserito un comma che assegna il diritto soltanto a quelle famiglie in cui entrambi i genitori lavorano. Tra le altre novità, il rinnovo per altri 12 giorni complessivi per i mesi di maggio e di giugno dei permessi retribuiti della legge 104 per chi ha disabili a carico.

Ultimo aggiornamento: 16:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA