Coronavirus, OCSE: economia mondiale a rischio, Italia nel 2020 crescita zero

Lunedì 2 Marzo 2020

(Teleborsa) - L'OCSE ha consistentemente rivisto al ribasso le previsioni di crescita globali e dell'Italia a seguito dell'esplosione del Coronavirus, che sta arrecando "gravi danni" all'economia. Adesso, sull'Italia in particolare, l'ente parigino prevede una crescita 2020 a zero, 0,4 punti percentuali in meno rispetto alle stime dell'Economic Outlook dello scorso novembre. Sul 2021 ha invece mantenuto la previsione di un più 0,5%.

Sulla crescita globale, nell'Economic Outlook di interim, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico si attende ora un + 2,4%, 0,5 punti in meno rispetto alle stime precedenti. Il dato 2021 è stato invece alzato di 0,3 punti al più 3,3%. "L'economia globale e' a rischio", afferma l'ente parigino che apre il suo studio con l'immagine piuttosto eloquente ed indicativa di un aeroporto vuoto.

Gli economisti parigini evidenziano che il Covid-19 ha già generato molte sofferenze, prima di tutto umane, ma il contraccolpo economico è tutt'altro che trascurabile specie perchè a differenza di quel che avvenne con la Sars, la Cina ha negli anni guadagnato un ruolo più che strategico nello scacchiere globale.

Per fronteggiare questa situazione, l'interim outlook dell'Ocse indica la via: "I Governi devono agire rapidamente e con forza per superare il coronavirus e il suo impatto economico". L'invito, dunque, ad "agire multilateralmente" per rafforzare i sistemi sanitari, ripristinare la fiducia e la domanda e limitare gli effetti negativa sulle catene di approvvigionamenti.

(Foto: © Tomas Griger | Dreamstime)

© RIPRODUZIONE RISERVATA