Decreto "Marzo" approvato in cdm: tutte le misure definitive

Monday 16 March 2020

È terminato, dopo circa due ore, il Cdm sul maxi decreto 'cura Italia' chiamato anche decreto marzo per fronteggiare l'emergenza Covid-19.

Queste le misure definitive adottate dal Governo per far fronte ell'emergenza economica e sociale mettendo in campo 25 miliardi di euro a beneficio di imprese e famiglie. Manvora da 350 miliardi totali, «poderosa», come l'ha definita Conte. Risorse per tre miliardi e mezzo per il finanziamento aggiuntivo al Sistema Sanitario Nazionale e agli altri operatori pubblici come la Protezione Civile.

Altri tre miliardi sono destinati al lavoro autonomo. Più di dieci miliardi a sostegno dei lavoratori e del reddito, estendendo gli ammortizzatori sociali a tutte le tipologie di lavoratori dipendenti, autonomi e stagionali con un assegno di 600 euro per il mese di marzo. Esteso il congedo parentale, confermato il voucher babysitter per i genitori. Sussidio anche per i lavoratori che si recano fisicamente sul posto di lavoro. Sospensione di rate di mutui e prestiti pubblici confermata. Tre miliardi per lavoratori autonomi, congedo parentale e bonus baby sitter. «Per gli autonomi e i liberi professionisti in questo primo dl, il dl marzo, ci sono circa 3 miliardi di euro a tutela del periodo di inattività», spiega il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo. Tre le misure, la ministra ha spiegato che sarà possibile usufruire della Cassa integrazione anche per aziende con un solo dipendente. Per quanto riguarda le scuole, verrà previsto un «congedo parentale di 15 giorni o bonus baby sitter di 600 euro».

 

Ultimo aggiornamento: 16:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA