Lenti e primi amori nel nuovo romanzo di Sangiorgi

Mercoledì 12 Maggio 2021 di Claudia PRESICCE

Il tempo della musica è quello che non passa mai. Resta, lì dentro, nella lunga densa Via Lattea dei ricordi. È quello dove si inanellano le emozioni in cui hai creduto come definitive, assolute, è dove restano rarefazioni dei momenti più potenti dell’esistenza di un individuo. E batte sempre quel ritmo, dentro, torna a battere tutte le volte che ci danzano emozioni pure davanti agli occhi. Torna magari per il tempo di un lento, come si usava...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 18:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA