Lezioni di storia, in streaming dai teatri

Domenica 7 Marzo 2021 di Eraldo MARTUCCI

“Un esperimento di condivisione della conoscenza”: così definisce l’editore Giuseppe Laterza la sua felice intuizione di aver creato nel 2006 la rassegna “Lezioni di Storia”, che nell’anno della pandemia ha dovuto necessariamente convertirsi allo streaming. Dall’Auditorium Parco Della Musica di Roma al Petruzzelli di Bari, saranno i grandi teatri ad ospitare (ovviamente senza presenza di pubblico) il ciclo di dieci appuntamenti, intitolato “La presa del potere”, che da domani al 16 maggio coinvolgeranno i massimi storici italiani.

Le lezioni, che saranno introdotte da Paolo Di Paolo, potranno essere seguite in diretta sulla piattaforma auditoriumplus.com, accedendo alla sezione “Masterclass”, oppure cliccando su “Lezioni di Storia – La presa del Potere” nell’homepage. Per ogni lezione si pagherà un biglietto pay per view di 5 euro, mentre costerà 40 euro l’abbonamento per tutta la stagione. Le  registrazioni  resteranno comunque online sino a fine giugno.

Si inizia dunque domani alle 18 al Teatro Carcano di Milano con la lezione dedicata al mito greco intitolata “Zeus alla conquista dell’Olimpo”. A tenerla sarà Laura Pepe, docente di Diritto greco antico all’Università degli Studi di Milano. Il 14 marzo, dall’Auditorium di Roma, Andrea Carandini racconterà la vita di “Agrippina, una donna al comando”.

Il 21 marzo al Teatro Regio di Torino andrà in scena la Firenze di Dante e del suo esilio del 1301, con Alessandro Barbero e la sua lezione su “Guelfi e ghibellini, una guerra civile italiana”. Il 28 marzo il Teatro Grande di Brescia ospiterà l’incontro  “Maometto II e l’assedio di Costantinopoli” a cura di Alessandro Vanoli, lo storico e scrittore che parlerà della fine dell’Impero Romano d’Oriente e della conquista della città da parte degli ottomani nel 1453.

L’11 aprile al Teatro Bellini di Napoli Luigi Mascilli Migliorini, docente di Storia moderna presso l’Università di Napoli l’Orientale, racconterà la Conquista spagnola del Messico nella conferenza “Cortés contro Montezuma”. Il 18 aprile al Petruzzelli di Bari Luciano Canfora presenterà “La rivoluzione diventa giacobina” sull’epoca del Grande Terrore. Il 25 aprile al Teatro Verdi di Firenze Alberto Mario Banti, docente di Storia contemporanea presso l’Università di Pisa, si soffermerà sull’eroica parentesi del 1848 con “La Repubblica Romana, sogno e realtà”.

Il 2 maggio al Teatro Verdi di Padova Guido Samarani, docente di Storia della Cina e Storia e Istituzioni dell’Asia Orientale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, descriverà la presa di potere di Mao “Dalla lunga marcia all’egemonia comunista”. Il 9 maggio all’Arena del Sole di Bologna ci si sposterà in Egitto grazie a Marcella Milano, già docente di Storia e istituzioni dei paesi del Mediterraneo, di Sviluppo politico del Medio Oriente e Media & Conflict-Medio Oriente presso l’Università di Bologna.

In questa circostanza parlerà di “Gamal Abdel Nasser e il colpo di stato modello”. Ultimo appuntamento il 16 maggio al Teatro Storchi di Modena con Loris Zanatta, che insegna Storia dell’America Latina all’Università di Bologna e che racconterà l’ascesa al potere di “Fidel Castro e la rivoluzione cubana”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA