La Shoah e le persecuzioni: la consegna delle Medaglie d'onore

Giovedì 27 Gennaio 2022

Ricordare affinché non si ripeta mai più: questo è il senso profondo della Giornata della Memoria che commemora le vittime dell'Olocausto, il genocidio degli ebrei che viene indicato più correttamente con il termine Shoah. Oggi, 27 gennaio, l'Europa si ferma nel ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.


Più che una celebrazione una testimonianza. Affinché anche i più giovani possano sapere e non dimenticare. Anche nella nostra terra è progressivamente cresciuta l'attenzione nei confronti della Giornata della Memoria, istituita dal ministro della Pubblica istruzione Luigi Berlinguer nel 2000 e prevista da allora ogni 27 gennaio. Data simbolica, poiché il 27 gennaio 1945 venivano aperti, dai soldati russi, i cancelli del lager di Auschwitz, uno dei luoghi di sterminio più tristemente noti dell'universo concentrazionario nazista e in parte anche fascista. Un tema che ritorna prepotentemente alla ribalta anche oggi mentre l'emergenza sanitaria continua a mietere vittime e le disuguaglianze sociali ed economiche creano enormi fratture all'interno della società.

La cerimonia in Prefettura

Sono tanti gli appuntamenti previsti per celebrare, nella giornata di oggi, il Giorno della Memoria, in ricordo delle persecuzioni del popolo ebraico e dello sterminio dei campi nazisti e dei deportati militari e civili italiani. Quest'anno nel giorno della ricorrenza istituita con la legge numero 211 del 2000, il Prefetto consegnerà una medaglia d'onore conferita dal Presidente della Repubblica ai familiari di Achille Caliandro del Comune di Villa Castelli, che visse la triste esperienza dell'internamento.

Sul Treno della Memoria: 1.600 studenti salentini partono per visitare i campi di concentramento


La consegna avverrà a partire dalle ore 11 nella Sala Consiliare del Comune di Villa Castelli nel corso di una manifestazione organizzata d'intesa con quella Amministrazione Comunale.
L'iniziativa, che vedrà la partecipazione di una rappresentanza di studenti dell'Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Villa Castelli, sarà ancora una volta occasione per riflettere sull'immane tragedia che l'umanità ha vissuto nel corso del secondo conflitto mondiale e sull'importanza della memoria affinché quella terribile esperienza non abbia mai più a ripetersi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 10:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA