Sudafrica, dosi di vaccino AstraZeneca pagate più del doppio che per i paesi europei

Venerdì 22 Gennaio 2021

Il Sudafrica dovrà acquistare dosi di vaccino Covid-19 di Oxford-AstraZeneca pagando un prezzo quasi 2,5 volte superiore rispetto alla maggior parte dei paesi europei, secondo quanto affermato dal ministero della salute del paese. Il paese più colpito dal virus del continente africano ha ordinato almeno 1,5 milioni di dosi di vaccino dal Serum Institute of India (SII), il cui arrivo è previsto tra gennaio e febbraio.

 

Giovedì un alto funzionario sanitario ha detto all'AFP che quelle dosi costerebbero $ 5,25 (€ 4,32) ciascuna - quasi due volte e mezzo l'importo pagato dalla maggior parte dei paesi europei che - secondo le informazioni trapelate su Twitter e diffuse da un ministro belga, è pari a $ 2,16 (€ 1,78) per il vaccino AstraZeneca.

 

La stessa AstraZeneca France a novembre aveva dichiarato all'AFP che i costi delle sue dosi sarebbero stati limitati a € 2,50 (circa $ 3) con l'intento di «per fornire vaccini a una platea più ampia, con un accesso il più equo possibile». Nessuna risposta è stata al momento fornita alle dichiarazioni del ministero della salute sudafricano che attraverso il vicedirettore generale Anban Pillay ha spiegato: «Il Dipartimento nazionale della sanità conferma che il prezzo di $ 5,25 è quello che ci è stato indicato».

Pillay ha dichiarato al quotidiano locale Business Day che il prezzo più alto è dovuto al fatto che altri paesi hanno contribuito alla ricerca e allo sviluppo, da qui lo "sconto" sul costo del vaccino. Ad oggi il Sudafrica ha registrato oltre 1,3 milioni di casi di coronavirus e 38.800 decessi. Circa 2.000 sudafricani hanno partecipato a studi clinici per il vaccino nel 2020.

 

 

Gli accordi bilaterali tra i governi più ricchi e i produttori di vaccini contro il coronavirus hanno sollevato preoccupazione per l'aumento dei prezzi e la mancanza di offerta per i paesi a basso e medio reddito. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha messo in guardia dal "nazionalismo dei vaccini" e dalla "riduzione dei prezzi".

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA