Mascherine, lo sfogo di Bassetti: «Obbligo a scuola ma non alle elezioni: è una presa in giro»

L'ira dell'infettivologo, primario al San Martino di Genova, e la precisazione del sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri

Mascherine, l'ira di Bassetti: «L'obbligo a scuola ma non ai seggi è una presa in giro»
Mascherine, l'ira di Bassetti: «L'obbligo a scuola ma non ai seggi è una presa in giro»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 9 Giugno 2022, 12:27 - Ultimo aggiornamento: 10 Giugno, 16:35

Mascherine, l'ira di Matteo Bassetti. L'infettivologo, primario al San Martino di Genova, è decisamente critico sull'obbligo che è rimasto in vigore per la scuola mentre ai seggi indossare la mascherina resta solamente una raccomandazione.

Leggi anche > Covid, Bassetti rassicura: «Omicron 5 non comprometterà l'estate»

Mascherine, Bassetti: «Una presa in giro»

Il dietrofront del Governo, che ha deciso di passare dall'obbligo alla raccomandazione per le mascherine ai seggi, non è piaciuto affatto a Matteo Bassetti. Il direttore di Malattie infettive del San Martino di Genova ha commentato così la circolare del Viminale in vista delle elezioni amministrative e del referendum di domenica prossima: «Una decisione ipocrita, semplicemente politica, che non ha nulla di scientifico. Come la maggioranza delle decisioni prese, le scelte politiche vengono camuffate come se avessero evidenze scientifiche. Togliere l'obbligo della mascherina per andare a votare ma tenerlo per i ragazzi che devono fare gli esami a scuola è una presa in giro. Non si trattano così i cittadini».

Mascherine, Sileri: «Solo raccomandate per i pochi contagi»

La posizione del Governo viene giustificata invece da Pierpaolo Sileri. «La decisione sulle mascherine ai seggi nasce su una evidenza scientifica di attuale circolazione del virus, e noi in questo momento stiamo andando molto bene dal punto di vista dei contagi. Spero che vadano in molti a votare, il mio consiglio è di indossare la mascherina se si creano assembramenti, è una sicurezza in più» - ha spiegato il sottosegretario alla Salute - «Sulle mascherine a scuola, il Tar si basa sul diritto amministrativo. Il Covid ormai è stabilizzato verso il basso, per come stanno le cose ora penso proprio che a ottobre non si indosserà la mascherina a scuola».

© RIPRODUZIONE RISERVATA