Vaccini over50: arrivano le sanzioni dal Ministero. Ecco cosa fare per chiedere l'annullamento

Vaccini over50: arrivano le sanzioni dal Ministero. Ecco cosa fare per chiedere l'annullamento
4 Minuti di Lettura
Lunedì 2 Maggio 2022, 18:58 - Ultimo aggiornamento: 19:24

Vaccini over 50 arrivano le multe. E' capitato in questi giorni di ricevere sanzioni da parte del Ministero della Salute per inadempienza all'obbligo vaccinale sebbene ci si fosse sottoposti all'inoculazione o guariti dal virus. 

Il Ministero della Salute infatti ha avviato i procedimenti sanzionatori per inadempienza all'obbligo vaccinale anti covid (come previsto da DL 44/2021). I destinatari sono tutti i cittadini over 50 per i quali alla data del 1° febbraio 2022 (data di entrata in vigore dell'obbligo vaccinale per tale fascia di età) non risultano, nella Piattaforma nazionale DGC, vaccinazioni effettuate nei termini previsti, né differimenti delle medesime per infezioni da SARS-CoV-2 o esenzioni dalla vaccinazione. Accertamenti che stanno arrivando ai residenti di quasit tutte le Asl pugliesi, con la Asl Brindisi che ha stretto i tempi inviando la circolare a tutela dei pazienti dopo l'allarme lanciato dai sindacati.

Vaccini, multe da 100 euro anche a chi ha tre dosi o è guarito dal Covid: decine di segnalazioni

Come impugnare le sanzioni

Qualora si dovesse ricevere l'avviso dei procedimenti sanzionatori da parte del Ministero della Salute, ricevuta per il tramite dell’Agenzia delle Entrate - Riscossione, il cittadino potrà chiedere l'annullamento della sanzione entro 10 giorni dal ricevimento del procedimento. Basterà inviare una mail all’indirizzo obbligovaccinale@asl.brindisi.it allegando tutti i documenti richiesti (copia di documento di identità in corso di validità, copia della Tessera Sanitaria, copia della “Comunicazione di avvio del procedimento sanzionatorio”, inviata dal Ministero della Salute per mezzo dell’Agenzia delle Entrate - Riscossione, eventuale certificato vaccinale anti SARS-CoV-2) E, fanno sapere dalla Asl, ove presente, anche la certificazione antecedente la data del 1/02/2022 relativa al differimento o all’esenzione dall’obbligo vaccinale, redatta dal Medico di Medicina Generale o Medico vaccinatore coerentemente con le indicazioni Ministeriali e copia del primo tampone positivo attestante l’avvenuta infezione.

Dopo l'invio della mail, scattano i controlli

Una volta effettuati i dovuti controlli, la Asl Brindisi si occuperà di comunicare all’Agenzia delle Entrate - Riscossioni l’eventuale assenza dell’obbligo vaccinale per il cittadino interessato o l’impossibilità di ricevere la somministrazione.

Brindisi, il farmaco preventivo anti covid somministrato a paziente salentino

I contatti

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate al link: https://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/it/Per-saperne-di-piu/inosservanza-dellobbligo-vaccinale-procedimento-sanzionatorio-/

Multe ai No vax over 50: ecco 100mila sanzioni al giorno. E l'Agenzia delle Entrate lancia l'allarme: «Magazzino ingestibile, troppe cartelle»

oppure contattare il Dipartimento di Prevenzione Asl Brindisi telefono 0831 510311 dal lunedì al venerdì 8.30-13.00 e giovedì pomeriggio 15.00-18.00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA