Vaccini, torna l’obbligo per la scuola
E scatta il blitz a sorpresa dei Nas

Vaccini, torna l’obbligo per la scuola
E scatta il blitz a sorpresa dei Nas
BRINDISI - Vaccini, resta l’obbligo per i bambini che si apprestano a tornare sui banchi di scuola. Dopo le polemiche è arrivato ieri l’emendamento della maggioranza gialloverde che di fatto conferma l’obbligo delle vaccinazioni per la frequenza scolastica. Intanto però il lavoro dei dirigenti scolastici non si è mai arrestato. In questi giorni, nelle segreterie dei singoli istituti, sono arrivati anche i Nas a controllare che tutto fosse in regola.

«Ieri erano presenti in una scuola della città - afferma Mina Fabrizio, dirigente scolastica del Comprensivo “Casale” - nei giorni scorsi sappiamo che ci sono stati controlli anche in altre scuole della provincia. Per quanto ci riguarda stiamo tallonando le famiglie per mettersi in regola. Se c’è un obbligo di legge come presidi non possiamo far altro che farlo rispettare, va detto però che bisogna tutelare anche il diritto allo studio e che non si può sempre generalizzare».
I dirigenti scolastici del brindisino che hanno sottoscritto qualche anno fa il Progetto educativo territoriale di Brindisi, hanno incontrato ieri mattina in Comune l’assessore alla Pubblica Istruzione, Rita De Vito. «Siamo d’accordo - riprende la preside Fabrizio - a far fronte comune anche per quanto riguarda l’aspetto dei vaccini. Ci incontreremo nei prossimi giorni in modo da stabiliree un’unica via da attuare per il bene dei bambini». Nell’attesa molte scuole stanno verificando direttamente all’Asl le avvenute vaccinazioni riducendo a lumicino le autocertificazioni da parte delle famiglie.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 5 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:25