Turismo, la truffa: pagavano solo i primi mesi, poi scappavano per vacanze a scrocco

Casa Lavanda a Ceglie
Casa Lavanda a Ceglie
di Maria GIOIA
3 Minuti di Lettura
Venerdì 21 Ottobre 2022, 20:15 - Ultimo aggiornamento: 20:20

Affittano una casa vacanza da sogno per nove mesi a Ceglie Messapica e poi spariscono nel nulla senza pagare. La vicenda è stata denunciata dalla proprietaria dell’abitazione, Antonella Tixi, ai carabinieri e alla procura della Repubblica di Brindisi. Al momento, le indagini sono in corso al fine di assicurare alla giustizia gli autori della truffa. Si tratta di due coniugi canadesi – lui, esperto di finanza e Bitcoins, lei, campionessa di Pole dance, con una figlia adolescente, cinque cani e un gatto al seguito -, che hanno soggiornato nella villa “Casa Lavanda”, immersa nella campagna cegliese, dal settembre del 2021 al maggio del 2022. 

I fatti

Alla luce di quanto le è accaduto, la signora Tixi, ha deciso di rendere pubblica la storia sulla sua pagina Facebook con l’obiettivo di evitare che altri possano trovarsi nella stessa situazione. «Ho affittato la mia casa vacanze dal settembre 2021a maggio 2022 a una coppia di canadesi con una bimba adorabile. Il loro soggiorno, nato sotto i migliori auspici, si è trasformato per me in un incubo allucinante. Cerco di farla breve e arrivo al punto: dopo mesi di angoscia e disastri vari provocati da loro e dai loro cani (avevo ovviamente permesso la presenza di pelosi, che loro non erano in grado di gestire ed hanno provocato tragedie) i signori sono letteralmente scappati lasciando un debito enorme per affitti non pagati e spese non saldate», ha scritto la donna nell’incipit del racconto.

E ha continuato: «Sono canadesi (lui canadese/inglese, lei canadese/croata) e mai mi perdonerò il fatto di non aver chiesto maggiori garanzie a causa di quel passaporto che sembrava essere garanzia di civiltà. Detto questo, quando sono spariti dichiarando in un WhatsApp di essere tornati in Canada, la donna ha scoperta di essere una delle diverse vittime della coppia. Tutte truffate con lo stesso modus operandi, che prevede fasi ben precise: sette mesi in una casa, pagamento dei primi mesi, scuse varie per ritardare altri pagamenti, fuga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA