Arrivano le telecamere di sicurezza nella zona Pip. Tre vigileranno sul centro intermodale

Arrivano le telecamere di sicurezza nella zona Pip. Tre vigileranno sul centro intermodale
di Gianni CANNALIRE
3 Minuti di Lettura
Sabato 30 Ottobre 2021, 21:22 - Ultimo aggiornamento: 21:23

In arrivo un quarantina di telecamere per videosorvegliare la zona Pip di Francavilla Fontana. Tre telecamere andranno a vigilare il Centro di Carico Intermodale. Un progetto quello del Consorzio Asi di Brindisi che entra, dopo alcuni incontri e sopralluoghi tecnici, nella fase operativa. La giunta comunale ha deliberato l'utilizzo delle infrastrutture comunali esistenti (cunicoli, intercapedini, canali coperti e scoperti, cavidotti) per il passaggio di reti di telecomunicazioni.

L'intallazione delle telecamere 


«Il progetto è scritto nella delibera che autorizza l'ufficio Tecnico a predisporre il rilascio delle autorizzazioni è da ritenersi strategico per l'amministrazione comunale in quanto consente di vigilare e scongiurare atti volti all'abbandono di rifiuti, al danneggiamento della cosa pubblica oltre che al controllo del territorio operato dalle forze dell'ordine».

Il sistema di videosorveglianza è collegato al sistema centralizzato nazionale con targhe e transiti finanziato con fondi del Programma Operativo Nazionale Legalità. «La videosorveglianza dichiara il sindaco Antonello Denuzzo entra nella fase operativa. Abbiamo autorizzato il Consorzio Asi ad utilizzare le infrastrutture esistenti. Entro la fine dell'anno, al massimo entro le prime settimane del nuovo anno, tutto sarà attivo. Sarà garantita più sicurezza nella zona Pip di via Grottaglie».


Dopo alcuni episodi criminosi verificatisi in passato nell'area degli insediamenti produttivi di via Grottaglie insieme all'abbandono indiscriminato di rifiuti, arriva la videosorveglianza. L'impianto di videosorveglianza, progettato e finanziato dal Consorzio ASI, rappresenta un ulteriore tassello per incrementare la sicurezza dell'area. Agli inizi di ottobre scorso il sindaco Antonello Denuzzo ha incontrato a Castello Imperiali il riconfermato presidente dell'ASI Vittorio Rina, i rappresentanti degli imprenditori che operano nella zona PIP di Francavilla Fontana e i tecnici del Consorzio di Brindisi per definire l'installazione degli impianti di videosorveglianza nella più importante area produttiva cittadina.

I tempi per rendere l'area più sicura


Tempi celeri, dunque, per gli impianti di videosorveglianza come assicurato anche dal Consorzio Asi. Il sistema progettato trasmetterà le immagini direttamente agli organi di polizia favorendo un maggiore controllo del territorio. Sul fronte della sicurezza di questa area l'Amministrazione Comunale è già da tempo al lavoro per implementare o, in alcuni casi installare, la pubblica illuminazione. L'ultimo intervento in ordine di tempo ha riguardato il piazzale antistante il mercato ortofrutticolo che, dopo decenni trascorsi nell'oscurità, è tornato a vedere la luce. La realizzazione di questo impianto di videosorveglianza non costerà nulla ai francavillesi. Come pure le opere necessarie per l'installazione di reti di telecomunicazioni non comporteranno alcuna spesa a carico dell'amministrazione comunale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA