Colpi di pistola vicino alle Elementari all'uscita dei bimbi: panico per una rissa

Venerdì 22 Novembre 2019 di Salvatore MORELLI
Il luogo in cui sono stati esplosi i colpi di pistola

Lite e spari in strada al quartiere Paradiso, a Brindisi, a pochi passi dalla scuola elementare “Grazia Deledda” e dal sagrato della parrocchia “San Nicola”. Poco dopo le 13, proprio mentre i bambini si apprestavano ad uscire dal cortile principale, nei pressi del mercato rionale coperto di via Carducci sono stati esplosi alcuni colpi di pistola.

Inseguimento e sparatoria vicino a una scuola a Bozzano: nessun ferito
Il cecchino della rotatoria ha usato una calibro 9: unica arma per tre agguati

La segnalazione della sparatoria è arrivata immediatamente al centralino della Questura, ma quando la zona è stata isolata dalle pattuglie della Sezione volanti e della Squadra mobile dei protagonisti dell'episodio non c'era più nessuno. Gli agenti hanno trovato per terra tre ogive (sottoposte poi agli esperti della Scientifica), e qualche macchia di sangue vicino al civico 37. Quei reperti ematici sarebbero legati al ferimento di un uomo di 60 anni che abita in zona, ferito al volto a causa di una colluttazione cui avrebbero preso parte tre o quattro soggetti. L'uomo rimasto contuso non ha fatto ricorso alle cure mediche. Da verificare a cosa mirassero quei colpi di pistola: se a scopo intimidatorio, e perciò esplosi in aria, cosa che appare l'ipotesi più plausibile, o con l'obiettivo di colpire qualcuno, senza riuscirci.

Malgrado l'ora di punta, la vicinanza dei negozi e il via vai dalle case popolari che, numerose, si affacciano su via Carducci, gli investigatori non hanno trovato testimoni oculari. La pistola, dagli scarni riscontri raccolti, sarebbe improvvisamente apparsa nelle mani di una persona che, senza alcun indugio, ha esploso verso l'alto diversi colpi, sette o otto. L'eco degli spari ha raggiunto i genitori che dall'altra parte della strada era intenti ad aspettare i figli all'uscita di scuola. Inevitabile il fuggi fuggi per mettere al riparo i bambini.

 

Ultimo aggiornamento: 23 Novembre, 11:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA