Schianto all'incrocio fra auto e moto: feriti due ragazzini

Martedì 12 Novembre 2019
Un incidente stradale si è verificato domenica notte a Mesagne: una moto, per cause ancora in fase di accertamento, è andata a sbattere contro un’auto che viaggiava in senso opposto. Nello scontro i due ragazzi a bordo dello scooter 125, minorenni e residenti a San Pancrazio Salentino, in provincia di Brindisi, sono caduti per terra e sono rimasti feriti.

Anche la conducente dell’auto, è rimasta visibilmente scioccata. Sul posto sono giunte unità di polizia e carabinieri oltre a un’ambulanza del “118”. I soccorritori hanno trasferito i feriti in ospedale. Le indagini sono condotte dalla polizia che, in queste ore, sta ricostruendo l’incidente per individuare le responsabilità. I fatti sono accaduti poco dopo le ore 23 di domenica in via San Donaci, all’altezza dell’incrocio con via Torino.

Si ribalta in rotatoria, paura per una 35enne
Con l'auto contro il muro, perde la vita 17enne: le immagini dell'impatto al vaglio degli inquirenti - VIDEO

All’improvviso lo schianto tra la “Ford Ka”, guidata dalla donna, di 61 anni, e un scooter 125 conin sella i due ragazzi. Uno scontro violento che ha sbalzato i ragazzi per aria facendoli cadere sull’asfalto. Lì sono rimasti vigili e doloranti. È stato lanciato l’allarme e sul posto è giunta un’ambulanza del 118 di Mesagne. Gli operatori hanno preso a bordo i ragazzi e li hanno trasferiti presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi. Qui sono stati sottoposti ad accertamenti diagnostici e strumentali che hanno fatto emergere alcuni traumi. Dopo le cure i due ragazzini sono stati dimessi e affidati alle rispettive famiglie.

La signora che era alla guida della Ford Ka è rimasta scioccata dall’evento. Sul posto sono rimasti gli agenti che hanno ascoltato i testimoni e avviato le indagini per ricostruire la dinamica e individuare le responsabilità. Solo una settimana prima si era verificato un incidente analogo tra un’auto e uno scooter. Nell’impatto il giovane sulla moto era rimasto gravemente ferito all’inguine. © RIPRODUZIONE RISERVATA