Reddito di cittadinanza e lavoro, “duello” a distanza fra Al Bano e Lino Banfi: ecco cosa si sono detti

Martedì 24 Maggio 2022

Al Bano lamenta la mancanza di personale causata, a suo dire, dal Reddito di cittadinanza. Lino Banfi replica che, con contratti regolari, il personale si trova e anche giovane. Duello a distanza fra due simboli della Puglia su un tema caldissimo, quello del lavoro. Il cantante di Cellino San Marco, provincia di Brindisi, nei giorni scorsi aveva denunciato la difficoltà a trovare manodopera per la sua azienda agricola, puntando il dito contro il Reddito di cittadinanza e suggerendo poi un apprendistato nelle imprese a partire dai 12 anni.

Il duello a distanza

Non la pensa allo stesso modo l’attore Lino Banfi, il “nonno Libero” di «Un medico in famiglia», serie in onda per diverse stagioni sulle reti Rai. L'attore pugliese, per voce della figlia Rosanna, alla rivista Nuovo ha chiarito la sua posizione e il suo pensiero portando a esempio il suo ristorante romano “Orecchietta Banfi”, aperto nel 2017. «Noi siamo stati fortunati. Nel nostro ristorante - ha detto Rosanna Banfi - lavorano ragazzi che abbiamo assunto cinque anni fa e altri presi più di recente. Vero è che, oltre a offrire un contratto regolare, noi assicuriamo anche un clima di lavoro sereno e familiare. Se uno ha un problema, gli si va incontro». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA