Provincia di Brindisi, delega speciale proposta ai consiglieri di opposizione

Provincia di Brindisi, delega speciale proposta ai consiglieri di opposizione
di Francesco RIBEZZO PICCININ
4 Minuti di Lettura
Venerdì 13 Maggio 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 07:28

Delega consiliarie speciale anche ai consiglieri provinciali di opposizione. Sarebbe questa la decisione assunta dal presidente della Provincia di Brindisi Toni Matarrelli alla vigilia della formalizzazione degli incarichi ai consiglieri che dovranno affiancarlo occupandosi di specifiche questioni come il bilancio, l’edilizia scolastica, la rete viaria, i lavori pubblici, le autorizzazioni ambientali, solo per citare le principali competenze dell’ente di via De Leo. Tra questi, tra l’altro, ci sarà anche il vice presidente.

Brindisi, due mesi di stallo: Provincia ancora senza deleghe


L’occasione per la comunicazione da parte di Matarrelli agli interessati dovrebbe essere quella del consiglio provinciale previsto, in prima convocazione, per questa mattina. Dopo di che, tra oggi e la fine della settimana, dovrebbe arrivare la formalizzazione degli incarichi mentre la prossima settimana ci sarà l’annuncio ufficiale.
Tutto questo in attesa che il Parlamento dia il via libera alla mini-riforma che reintroduce la giunta provinciale, come confermato da autorevoli rappresentanti del governo durante l’ultima assemblea dei presidenti delle Province. Giunte che saranno composte da tre assessori. Impegni precisi anche per quanto riguarda il finanziamento degli interventi necessari ed urgenti per la messa in sicurezza di strade e scuole.

Brindisi, le larghe intese contro Rossi non convincono: Lega e Forza Italia già si defilano


Intanto, come detto, è previsto per questa mattina il primo consiglio comunale di Matarrelli nel ruolo di presidente eletto (da gennaio fino a due mesi fa ha svolto il ruolo di facente funzioni a seguito delle dimissioni di Riccardo Rossi), con maggioranza ed opposizione in aula per una serie di importanti adempimenti. A partire dall’approvazione delle linee programmatiche dell’amministrazione Matarrelli, fino ad arrivare al bilancio di previsione, con relativi allegati come Piano delle alienazioni, Documento unico di programmazione e Piano triennale delle opere pubbliche. Tutto questo passando attraverso una serie di interrogazioni e, soprattutto, la surroga del presidente che, eletto a dicembre scorso come “semplice” consigliere.

La seduta

Si comincia, dopo l’approvazione dei verbali delle precedenti riunioni, con il giuramento di Matarrelli. Subito dopo sarà il momento della surroga. Al posto del neo presidente, entrerà in consiglio provinciale la consigliera Rosaria Fumarola, consigliere comunale di San Michele Salentino. Dopo di che, sarà il momento della presa d’atto della formazione dei gruppi consiliari. La cui formalizzazione è stata affidata nei giorni scorsi ad un decreto dello stesso presidente. In particolare, per quanto riguarda il centrosinistra, che può contare su otto consiglieri dei dodici a sedere in aula, i gruppi formatisi sono tre: il primo, Provincia unita e democratica, ricalca il nome della lista con la quale sono stati eletti tutti i consiglieri del centrosinistra, e sarà costituito dal solo capogruppo Cosimo Tardio; il secondo è quello del Partito democratico, composto da Valentina Fanigliulo, Giuseppe Ventrella e Antonia Baccaro, che avrà come capogruppo il consigliere Ventrelle; il terzo è quello denominato “La lista dei sindaci”, composto da Angelo Marasco, Elio Ciccarese e Giovanni Barletta, che avrà come capogruppo il sindaco di Torchiarolo Ciccarese. Per quanto riguarda il centrodestra, invece, nulla di diverso rispetto a quella che era stata già la divisione durante la tornata elettorale dello scorso dicembre. Fratelli d’Italia, dunque, farà gruppo a sé e potrà contare su tre consiglieri: il capogruppo Massimiliano Oggiano, Luciano Cavaliere e Francescantonio Conte. Il gruppo “Brindisi libera”, che porta il nome della lista con la quale il centrodestra ha preso parte alla competizione elettorale, sarà composto invece dal solo Michele Lariccia.
A seguire, sarà la volta di due interrogazioni su “Ristori Tap Snam per i Comuni di Brindisi, Torchiarolo e San Pietro Vernotico” e “Riapertura discarica di Autigno” e di un ordine del giorno sulla messa in sicurezza delle strade provinciali ed il ripristino della pubblica illuminazione, tutti e tre presentati dal gruppo consiliare di Fratelli d’Italia. Infine, prima del bilancio e della documentazione allegata, il consiglio provinciale dovrà prendere atto delle linee programmatiche dell’amministrazione Matarrelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA