Marito violento in carcere, applicato il “codice rosso”

Sabato 30 Novembre 2019
OSTUNI - Gli agenti del commissariato di Ostuni hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 53enne del posto (L. S.), già noto alle forze dell'ordine, per i reati di maltrattamenti in famiglia, di tentata violenza sessuale e di violenza privata aggravati. Il provvedimento restrittivo è stato firmato dal giudice per le indagini preliminari sulla scorta delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Brindisi e condotte dalla polizia della Città Bianca. Nel corso degli accertamenti scaturiti dalla denuncia da parte della ex moglie si è appreso che le violenze, sia fisiche che psicologiche, si sono protratte per diverso tempo e sono state messe in atto anche alla presenza dei figli minori sino ad instaurare una convivenza afflittiva e fonte di costanti sofferenze. In una delle tante aggressioni, il 53enne avrebbe rotto il cellulare della moglie per non consentirle di chiamare aiuto e in altre occasioni avrebbe cercato di abusarne sessualmente. I poliziotti hanno applicato nei confronti dell'uomo il cosiddetto “codice rosso”, la nuova normativa che interviene in modo più rapido nei casi di maltrattamenti in famiglia. Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 10:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA