Omicidio sotto casa: acquisite immagini delle telecamere e ascoltati amici e conoscenti. Domani marcia della pace

Il killer è stato ripreso dalle telecamere mentre fuggiva. Sequestrati pc e cellulare

Omicidio sotto casa: acquisite immagini delle telecamere e ascoltati amici e conoscenti. Domani marcia della pace
di Eliseo ZANZARELLI
4 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Novembre 2022, 10:04 - Ultimo aggiornamento: 12 Novembre, 18:58

Una marcia per la legalità si terrà domani a Francavilla Fontana (Brindisi) dopo l'omicidio del diciannovenne Paolo Stasi, ucciso davanti casa mercoledì scorso. La manifestazione, che partirà alle 18 da Piazza Umberto I, è organizzata da Radici021, Libera e Unione degli Studenti. L'autopsia è stata fissata per sabato 19 novembre. Il medico legale incaricato dal PM è il prof Raffaele Giorgetti della Università delle Marche

I carabinieri hanno acquisito i filmati di tutti gli impianti di videosorveglianza presenti nella zona. L'obiettivo è quello di risalire al killer che ieri sera (9 novembre) ha ucciso a colpi di pistola il 19enne Paolo Stasi. Le indagini al momento si stanno concentrando sulla sua vita privata per capire se e con chi possa avere avuto qualche contrasto. Il ragazzo, incensurato, è descritto come un ragazzo tranquillo, capace di stare sempre al suo posto. 

Per tutta la notte sono stati ascoltati amici e conoscenti per ricostruire frequentazioni e abitudini della vittima. L'omicidio di Paolo Stasi è avvenuto in via Occhi Bianchi a Francavilla Fontana. È stato raggiunto da colpi d’arma da fuoco sparati probabilmente da una pistola a tamburo (non sono stati trovati i bossoli) mentre si trovava nel garage di casa dei suoi genitori. Due colpi fatali ed evidentemente ben indirizzati al petto, intorno alle 18 di ieri sera. Quelle due pistolettate non gli hanno lasciato scampo, neppure quando è intervenuto il 118. Ora sono i carabinieri a occuparsi del caso, sul quale stanno cercando di fare luce anche grazie all’ausilio delle telecamere di sorveglianza presenti nella zona i cui filmati sono stati già acquisiti.

Il killer ripreso dalle telecamere

Sembra che qualcuno sia stato notato uscire dal garage nella quale in quel momento il 19enne si trovava. Ignoto, per adesso, il movente di un gesto tanto clamoroso quanto efferato. Eppure, sempre stando alle primissime ricostruzioni, Paolo Stasi non era mai stato implicato in giri pericolosi e dai suoi stessi coetanei e vicini è descritto come un ragazzo tranquillo, capace di stare sempre al suo posto. Nessun grillo per la testa, insomma. Il resto è tutto da capire e da chiarire. 

Sequestrati cellulare e pc

Il pm di turno della Procura di Brindisi che coordina l’inchiesta, Giuseppe De Nozza, ha disposto il sequestro del pc e del telefono cellulare di Stasi. Dalle ricerche infatti protrebbero emergere indicazioni che possano condurre allidentità del killer. 

L'invito del Comune

Il Comune di Francavilla Fontana invita a non festeggiare San Martino - una festa notoramente gioviale e godereccia - a seguito dell’omicidio, ieri sera, del 19enne Paolo Stasi. 
Le iniziative promosse dal Comune sono state annullate, in primis “Le vie di San Martino”, un percorso enogastronomico tra le strade e i vicoli del centro storico. 
Il Comune non può, per forza di cose, costringere i privati a fare altrettanto. Il sindaco Antonello Denuzzo caldeggia però questa soluzione: “Noi non possiamo obbligare gli altri a fermarsi, ma sarebbe un gesto forte nel rispetto di una morte ingiusta come qualsiasi morte, ma ancora più ingiusta nel momento in cui è stata una giovane vita a essere stata spezzata. C’è poco anzi nulla da festeggiare dopo ieri”. Nei prossimi giorni potrebbe essere proclamato il lutto cittadino in concomitanza coi funerali del giovane. Intanto, le indagini dei carabinieri procedono spedite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA