Dopo le multe, tagliano le gomme all'auto dei vigili urbani: scatta l'inchiesta

Giovedì 2 Gennaio 2020 di Danilo SANTORO
Atto intimidatorio contro la Polizia Locale di Ostuni: tagliate due gomme di una dlele auto in servizio. Avviata un'indagine da parte del commissariato della Città Bianca per individuare gli autori. Non si esclude una svolta immediata all’attività investigativa già nelle prossime ore. Il gesto intimidatorio è avvenuto nelle scorse in pieno centro, a poche decine di metri da via Fogazzaro. 

Qui una pattuglia a piedi era impegnata in un’attività di controllo del traffico stradale, tra vetture in doppia fila, auto negli stalli dei disabili o davanti ai passi carrai, soprattutto nelle aree più interne, come via Viterbo. Terminato il servizio, il personale della Polizia Locale si è reso conto di quanto avvenuto pochi minuti prima: segni e tagli evidenti erano stati fatti su due pneumatici della vettura di servizio. Una chiara intimidazione per la quale è stata presentata denuncia negli uffici del Commissariato di Ostuni. Spetterà ai poliziotti, coordinati dal vicequestore Gianni Albano, ricostruire quanto è avvenuto nelle scorse ore. Non è escluso che l’attività investigativa da parte delle forze dell’ordine possa essere supportata anche dall’acquisizione delle immagini registrate dagli impianti di videosorveglianza degli esercizi commerciali della zona. 

Spari contro un negozio di parrucchieri: giallo a Lizzanello
Croce Rossa, bruciata un'ambulanza. Il presidente nazionale: «Gesto infame, non ci fermeranno»
Ostuni, colpi di fucile contro casa e auto dell'ex sindaco Tanzarella

Non si esclude che, all'origine del gesto, vi sia una "vendetta" o ritorsione per una multa subita poco prima da qualche automobilista indisciplinato e irascibile. Remota, seppur non esclusa a priori, la possibilità che quanto avvenuto in via Viterbo sia da collegare alle attività di accertamento condotte dalla Polizia Locale in altri settori, oltre quello di controllo della viabilità sul quale la pattuglia era impegnata. 

Solidarietà all’intero corpo del comando di Polizia Locale del comune di Ostuni è stata espressa da parte di alcune organizzazioni sindacali, a partire dal coordinamento provinciale di Brindisi del Csa –Regioni Autonomie Locali. «Siamo certi che questi atti di vandalismo non fermeranno quelle che sono le attività quotidiane che la Polizia Locale di Ostuni porta avanti con fermezza e rispetto delle leggi. Auspichiamo e confidiamo nell’operato delle forze dell’ordine per assicurare alla giustizia in tempi brevi gli autori dell’insano gesto. Quanto avvenuto ad Ostuni segue di poche settimane il grave atto intimidatorio registrato a San Pietro Vernotico, nei confronti di un altro appartenente alla Polizia Locale. Purtroppo quello che dobbiamo registrare –afferma in una nota il coordinatore provinciale Csa, Lino Cattolico- è un clima d’odio sempre più forte nei confronti di chi indossa la divisa della Polizia Locale». 

La stessa organizzazione sindacale chiede una risposta forte, anche nelle comunità locali, per contrastare queste ogni forma di intimidazione. «Serve davvero una presa di coscienza collettiva da parte di istituzioni e rappresentanze civili ad ogni livello affinché si fermi questa scia di episodi e atti intimidatori, contrari ad ogni forma di senso civico: un attacco verso chi rappresenta le stesse istituzioni ed in particolare, nell’ultimo caso, contro il personale della Polizia Locale di Ostuni».  Ultimo aggiornamento: 19:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA