Lite dopo l'incidente stradale per una mancata precedenza e spunta un coltello: ferito un uomo

Lite dopo l'incidente stradale per una mancata precedenza e spunta un coltello: ferito un uomo
di Lucia PEZZUTO
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 31 Agosto 2022, 15:05 - Ultimo aggiornamento: 1 Settembre, 11:09

Scoppia la lite dopo l’incidente stradale e spunta il coltello, ferito un uomo. E’ accaduto nella tarda serata di ieri al quartiere Casale di Brindisi. Due vetture, forse per una mancata precedenza si sono scontrate nei pressi di zona Materdomini. Fortunatamente, almeno in prima battuta, non ci sono stati danni se non alle autovetture. I conducenti così sono scesi dalle auto ed hanno cominciato a discutere.

Dalle parole ai fatti

La situazione in pochi minuti è sfuggita di mano, dapprima la lite e poi un dei due ha estratto un coltellino, molto simile ad un taglierino. Dall’aggressione verbale a quella fisica è stato un attimo ed l’uomo con il coltellino ha sferrato una serie di fendenti contro l’altro conducente che è rimasto ferito. La vittima è stata subito soccorsa e portata in ospedale per le cure del caso. Fortunatamente si è trattato di ferite lievi e l’uomo non corre pericolo di vita.

Nel frattempo sul luogo dell’incidente sono intervenuti i carabinieri della Stazione Casale che hanno identificato i due ed ora si valuta eventuali provvedimenti nei confronti dell’aggressore. Il quartiere Casale di Brindisi ogni sera, soprattutto da quando è cominciata l’estate è oggetto di particolari controlli da parte delle forze dell’ordine vista anche la notevole affluenza dei giovani nelle ore notturne. Così come è alta l’attenzione della Polizia Locale lungo i tratti viari dove notoriamente si verificano i sinistri stradali. Vale la pena ricordare che in meno di un anno sono stati registrati 455 incidenti in città dovuti soprattutto per distrazione e velocità sostenuta nonostante la presenza di dissuasori e photored nei pressi degli incroci semaforici. A questo proposito nel mese di agosto sono state comminate 2mila e duecento sanzioni proprio per il mancato rispetto dei segnali luminosi. I photored istallati da appena un mese hanno registrato una infinità di trasgressori che nonostante il semaforo rosso attraversano gli incroci a tutta velocità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA