L'amica di Melissa coinvolta in un incidente alla vigilia delle nozze

L'amica di Melissa coinvolta in un incidente alla vigilia delle nozze
MANDURIA - Scampata all’attentato alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi del 19 maggio 2012, un incidente stradale avvenuto sabato sera a Uggiano Montefusco, frazione di Manduria, rischia di far slittare il suo matrimonio fissato per oggi, lunedì 4 dicembre. È la sfortunata storia della ventiquattrenne di Mesagne, Alessandra Gigliola, coinvolta con il suo promesso sposo, Antonio Cosma, 32 anni di Avetrana, in uno scontro frontale della loro auto con un’altra guidata da una ragazza di Manduria. Le donne sono state soccorse e portate all’ospedale Marianna Giannuzzi della città Messapica, mentre l’uomo, seppure ferito, è rimasto sul luogo dell’incidente per recuperare le bomboniere rimaste in macchina. È successo intorno alle ore 21 sulla strada che da Uggiano Montefusco porta a Maruggio. Ad una curva, forse per la strada bagnata da una pioggia insistente che cadeva dal pomeriggio o dalle numerose buche presenti in quel tratto, una delle due autovetture ha perso l’aderenza con l’asfalto finendo contro l’altra macchina. I promessi sposi che viaggiavano a bordo di una Citroen guidata dall’uomo, viaggiavano in direzione Maruggio, mentre dalla parte opposta proveniva la Daewoo Matiz condotta dalla ragazza.
Un’ambulanza del 118 ha caricato le due donne che ha trasportato con codice giallo all’ospedale di Manduria. Entrambe presentavano dei traumi diffusi su tutto il corpo in particolare alle gambe. Dopo una serie di esami e accertamenti medici, le due ferite sono state giudicate fuori pericolo e dimesse. La futura sposa che lamentava traumi maggiori, avrebbe insistito per andare a casa e concludere il suo sogno, sposarsi, appunto. «Tutto dipenderà dai forti dolori che avverte ancora alle gambe che le impediscono di stare in piedi, comunque lo decideranno questa sera», faceva sapere ieri l’avvocato della coppia, Francesco Ferretti, esperto in infortunistica stradale che ha preso in carico il particolare caso. Della dinamica dell’incidente si sono occupati gli agenti della polizia locale di Manduria i quali relazioneranno sull’accaduto.
La promessa sposa è una delle tre studentesse gravemente ferite nell’attentato davanti alla scuola brindisina in cui rimase uccisa la giovane Melissa Bassi di 16 anni. Alessandra Gigliola che allora aveva 19 anni, fu colpita dall’esplosione delle tre bombole di gas attivate a distanza da un detonatore comandato da Giovanni Vantaggiato, di Copertino, condannato all’ergastolo. Le ragazze ferite furono ricoverate nel centro grandi ustioni dell’ospedale Perrino di Brindisi con la riserva di prognosi.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 4 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 12:36