Brindisi, incidenti in aumento: in città sempre più morti e feriti

Brindisi, incidenti in aumento: in città sempre più morti e feriti
di Antonio SOLAZZO
4 Minuti di Lettura
Giovedì 11 Agosto 2022, 11:31 - Ultimo aggiornamento: 11:34

È in aumento il numero degli incidenti stradali verificatisi a Brindisi. È quanto emerge dal report diramato dalla Polizia Locale e riferito all'intervallo di tempo gennaio-agosto: nel 2021, infatti, i sinistri negli otto mesi presi in esame erano stati 395 mentre in questo anno, nello stesso periodo di tempo, ben 464, per un totale di 69 in più. Per raggiungere la stessa quota anche nel 2021 bisogna invece andare avanti di oltre un mese, fino al 17 settembre. Il dato, in notevole incremento, si dimostra sicuramente preoccupante e fa scattare un allarme legato alla sicurezza e all'attenzione alla guida, caratteristiche fondamentali da osservare in strada. Le infrazioni registrate con maggiore frequenza negli incidenti riguardano l'art. 141/2 del Codice della Strada (per cui il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l'arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile) e la precedenza (art. 145/4 del cds, per cui i conducenti devono dare la precedenza agli altri veicoli nelle intersezioni nelle quali sia così stabilito dall'autorità competente ai sensi dell'art. 37 e la prescrizione sia resa nota con apposito segnale): in particolare, quest'ultima contravvenzione si è verificata in numero pressoché costante tra il 2021 e il 2022 (77 contro le 78 dell'anno in corso). Non è un caso, allora, che queste due infrazioni al Codice della Strada siano le più comuni in questa particolare classifica (rispettivamente prima e seconda nel 2022 e terza e prima nel 2021). È in aumento, fortunatamente lieve, anche il numero degli incidenti con esito mortale (4 contro i 3 dell'anno scorso) ed è raddoppiato quello con feriti in prognosi riservata (4 contro 2). Sono 165 i sinistri con coinvolgimento di feriti nel 2022 (erano stati 147 nel 2021) mentre sono rispettivamente 291 e 243 quelli senza feriti. La strada in cui si è verificato il maggior numero di incidenti è via Appia, dove la Polizia Locale, fra l'1 gennaio e il 4 agosto 2022, ne ha rilevati 17.

I numeri dell'estate

A Brindisi, durante il mese di maggio per esempio, se ne sono verificati tre: il primo (1 maggio) ha visto coinvolti un'auto (una Lancia Ypsilon) e uno scooter tra via Romolo e via Germanico, al quartiere Commenda a Brindisi. La ragazza alla guida dell'autovettura ha rimediato solo un grande spavento, mentre il giovane alla guida del due ruote è finito rovinosamente per terra rimediando alcune escoriazioni. Sempre nello stesso rione, poi, il 6 maggio in via Sicilia, un uomo di 49 anni alla guida di uno scooter è stato portato in ospedale da un'ambulanza in codice rosso dopo essersi scontrato all'incrocio con una Kia Picanto. Poteva avere conseguenze ben peggiori, infine, quello che il 31 maggio ha visto interessate una Chevrolet Nubira e una Fiat 500 Abarth: in quell'occasione solo un muretto di un'abitazione in via Materdomini sfondato, un parabrezza rotto e airbag scoppiati.

Caccia alle soluzioni

Per migliorare i livelli di sicurezza stradale, alla luce di questo ingente numero di incidenti proprio nella rete urbana, il Comune di Brindisi (in collaborazione con la Provincia) ha deciso nei giorni scorsi di aumentare il numero delle rotatorie (per eliminare quanto più possibile gli incroci a raso) e di installare dei rilevatori in prossimità dei semafori. Il risultato, dopo i primi nove giorni, è di 680 contravvenzioni nei confronti di automobilisti indisciplinati che hanno attraversato gli incroci con il rosso. Velocità e distrazione, dunque, sono da combattere per migliorare il comportamento in strada.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA