Incidente a San Vito: sanitario ubriaco si schianta all'incrocio

Sabato 25 Luglio 2020 di Mariateresa LANZILLOTTI
Sanitario guida sotto l’effetto dell’alcol, finisce contro un’altra auto e se ne va in ospedale lasciando il suo mezzo sul posto. Incidente a due passi dalla villa comunale a San Vito dei Normanni. L’uomo è stato denunciato per guida in stato d’ebrezza.

È accaduto tutto nel pomeriggio. Quando, a pochi minuti dall’accaduto, gli uomini del comando di polizia locale sono sopraggiunti sul posto, si sono trovati davanti uno scenario preoccupante.

Una prima auto ferma all’incrocio, a pochi passi dal parco giochi della pineta e dai negozietti della strada. Un’altra sul marciapiedi con un palo dell’illuminazione pubblica ed uno della segnaletica divelti e schiacciati al suolo.

Alla guida della prima auto un operatore sanitario, padre e figlio nella seconda. I tre uomini erano visibilmente scossi.

Nel giro di pochi minuti è arrivata anche l’ambulanza, quelli del 118 avrebbero dovuto sincerarsi che nessuno avesse riportato ferite preoccupanti a causa dell’impatto.

Ma, stando a quanto riportato dagli operatori intervenuti sul posto, nel giro di pochi minuti, l’uomo che conduceva il veicolo che, secondo i rilievi, avrebbe provocato il sinistro, è andato via abbandonando la sua auto sul luogo dell’incidente.

Sarà rintracciato poco dopo presso l’ospedale di Ostuni dove si era recato in via autonoma.

Data la situazione, il comando di polizia locale ha richiesto che l’uomo venisse sottoposto all’alcol test che risulterà poi essere positivo. Secondo le indagini cliniche, al momento dell’impatto il guidatore aveva un tasso alcolico che supera quello consentito dalla legge.

Messa in sicurezza la zona, anche con l’ausilio dei carabinieri della locale stazione, gli agenti della comandante Alma Passante hanno proceduto con la ricostruzione della dinamica dei fatti.

Si tratterebbe di una mancata precedenza.

Il sanitario, che al momento dei fatti, da ricostruzione, stava percorrendo via Boito, non avrebbe lasciato passare il secondo veicolo che sopraggiungeva da viale della Resistenza, da qui lo schianto.

L’uomo è stato denunciato per guida in stato d’ebrezza e fortunatamente nessuno si è fatto male.

L’epilogo del sinistro sarebbe potuto essere ben peggiore rispetto a quello che si è registrato, visto che il luogo nel quale si è verificato è sempre molto popolato da passati e bambini e data l’abitudine degli anziani del posto di reagire all’afa estiva chiacchierando seduti sul marciapiedi, proprio a quell’incrocio. Ultimo aggiornamento: 08:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA