Iginio Massari, masterclass sulla prima colazione: «Basta frutta esotica, meglio agrumi e fichi di Puglia»

Lunedì 9 Maggio 2022 di Leda CESARI

Chi ha detto che per fare buoni dolci ci vogliono necessariamente burro, farine particolari, frutta esotica? La smentita è doc, e viene niente di meno da lui, il re della pasticceria italiana: olio d’oliva, mandorle, agrumi e fichi di Puglia, ha spiegato infatti oggi Iginio Massari, ospite a Mesagne di Tenuta Moreno, non hanno nulla da invidiare a nessuno. Massari è stato infatti protagonista oggi del primo di tre appuntamenti italiani con “Meet Massari R-evolution”, progetto formativo organizzato da Molino Dallagiovanna, azienda “bianca” di Piacenza, insieme con la figlia e pastry chef Debora e Giacomo Pini, consulente marketing e docente Cast alimenti.

Dieta di maggio, come prepararsi alla prova costume: ecco le poche (e semplici) mosse della Piramide alimentare

I segreti della prima colazione

Nel corso della giornata,  pensata per i professionisti, gli aspiranti tali e i semplici appassionati all’arte dolciaria, Massari, ormai volto noto dei talent televisivi dedicati al tema - uno su tutti “Masterchef” - ha condotto sotto lo sguardo attento di una sala affollata anche da studenti una masterclass dedicata al tema “La prima colazione”, realizzando croissant, sfogliate a intreccio multiplo con frutta candita e muffin e differenziando tra tecniche di lavorazione per la ristorazione e l'hôtellerie. Giacomo Pini ha invece dissertato sul tema  “Come vendere i prodotti di pasticceria”, illustrando tecniche commerciali, di comunicazione e di marketing per impiantare business efficaci. Partner dell’incontro Effeci Distribuzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA