Dall’Austria a Cellino per un autografo di Al Bano sulle Vespe. Poi il furto. L'appello del cantante ai ladri: «Restituitele»

Dall’Austria a Cellino per un autografo di Al Bano sulle Vespe. Poi il furto. L'appello del cantante ai ladri: «Restituitele»
4 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 20:59 - Ultimo aggiornamento: 29 Giugno, 21:29

Brutta avventura per due turisti austriaci giunti nei giorni scorsi in Puglia, a bordo di due Vespe gemelle, con un solo desiderio: quello di conoscere Al Bano Carrisi. E, possibilmente, anche di tornare a casa, al termine della vacanza, con il più agognato dei souvenir: l’autografo del cantante di Cellino San Marco sulle loro Vespe. Tutto sembrava andare per il meglio, se la sfortuna (e la mano lesta di qualche buontempone) non ci avesse messo lo zampino, distruggendo (forse per sempre) quello che ormai sembrava un sogno realizzato.

Un sogno realizzato


I due turisti, infatti, nei giorni scorsi sono arrivati in Puglia da Innsbruck a bordo delle loro Vespe. Si sono diretti subito verso Cellino San Marco e qui sono riusciti a incontrare Al Bano e a scambiare qualche chiacchiera con lui. Gli avranno raccontato del loro amore per la sua musica e per la sua inconfondibile voce, di tutte le volte che sono andati a vederlo esibirsi dal vivo e, in ultimo, del loro desiderio più grande: tornare a casa con il suo autografo. Un marchio originale, segnato con il pennarello indelebile e a prova di acquazzone, sulle loro amate Vespe. Al Bano non ci ha pensato su un attimo e ha esaudito questo desiderio. Tutto sembrava andare per il meglio così i due, soddisfatti, hanno pensato bene di concedersi anche un bagno, fermandosi a Campo di Mare, vicino San Pietro Vernotico. 

Il furto


Ma qui è accaduto l’imprevedibile: mentre i due erano in acqua a rinfrescarsi, qualcuno è stato attratto dalle due Vespe parcheggiate una accanto all’altra e poca distanza dalla spiaggia e le ha sottratte.
Un furto ben più grave del solo valore economico dei due motorini, perché su quelle Vespe c’era l’autografo di Al Bano che la coppia contava di riportare in Austria come trofeo del loro viaggio nel Sud Italia. 
I due, affranti, hanno così chiesto e ottenuto l’aiuto del loro idolo per cercare di riavere indietro il maltolto e per riportare, quindi, sul binario giusto la vacanza ormai rovinata.

L'appello di Al Bano: Restituite le Vespe


E Al Bano non se l’è fatto ripetere due volte. L’ugola di Cellino ha immediatamente lanciato un accorato appello ai ladri. «Restituite la Vespa, potete portarla anche a casa mia. Se qualcuno ha sbagliato è ancora in tempo per pentirsi», ha dichiarato il cantante alla Gazzetta del Mezzogiorno. E ha aggiunto anche di essere mortificato per la pessima immagine data dalla Puglia ai turisti proprio a causa di questo esecrabile episodio. «È una vergogna, noi pugliesi siamo migliori di così. Che razza di immagine diamo all’esterno? Si parla sempre di Puglia come meta regina del turismo. Eppure questi gesti sono quelli che ammazzano il turismo. Mi rivolgo ancora una volta ai ladri della Vespa: mettetevi una mano sul cuore e riconsegnate il maltolto». Non resta che attendere, dunque, che l’appello arrivi a destinazione e sperare che una di queste mattine, davanti alla tenuta di Cellino, compaiano magicamente le due Vespe rubate e, magari, anche un bigliettino di scuse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA