Flotta militare, la manutenzione dei C130J dell'Aeronautica si farà a Brindisi: firmato il contratto

Lo stabilimento Avio di Brindisi
Lo stabilimento Avio di Brindisi
di Oronzo MARTUCCI
4 Minuti di Lettura
Martedì 1 Marzo 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 12:23

Firmato il contratto da 380 milioni di euro per il supporto tecnico-logistico dei C-130J dell’Aeronautica Militare. E lo stabilimento Avio aero di Brindisi, con 600 dipendenti, continua ad avere un ruolo di primo piano nel attività dell’azienda. Insieme alle attività di manutenzione relative a motori militari negli ultimi anni sono state potenziate le attività di ricerca e sperimentazione come nel caso del progetto relativo al motore biblica Catalyst, avviato nel 2015. Presso lo stabilimento di Brindisi vengono realizzate alcune componenti del nuovo motore con la tecnica dell’additive manufacturing. Al momento sono in corso le prove di volo in vista delle certificazioni aeronautiche richieste. Nella fase di produzione il motore catalyst che garantisce performance di volo eccezionali anche grazie all’utilizzo di componenti di produzione più leggere potrebbe essere utilizzato anche sull’Eurodrone le cui ali saranno montate presso lo stabilimento Leonardo di Grottaglie.

Il nuovo contratto

Ma l’ulteriore investimento è di ieri: la Direzione Armamenti Aeronautici e Aeronavigabilità ha dato il via libera al contratto per il supporto tecnico-logistico della flotta dei C-130J dell’Aeronautica Militare. L’accordo, della durata di 5 anni e del valore complessivo di 380 milioni di euro, è stato firmato lo scorso 28 gennaio fra l’Aeronautica Militare e il Raggruppamento Temporaneo di Imprese (Rti) composto da Leonardo, Avio Aero e Lockheed Martin Aero. Le attività, come definito dalla Seconda Divisione del Comando Logistico dell’Aeronautica Militare, prevedono l’implementazione di un modello tecnico-logistico che comprende supporto logistico integrato (Ils, supporto ingegneristico “in house” e supporto “on site” tramite rappresentanti tecnici operativi presso la 46° Brigata Aerea di Pisa. Attività di manutenzione velivoli e motori, pianificate e gestite dall’11° Reparto Manutenzione Velivoli di Sigonella, sono previste presso gli stabilimenti Leonardo di Tessera (Venezia) e Avio Aero di Brindisi come supporto complementare a quelle fornite sulla base di Pisa, ed inoltre riparazioni, parti di ricambio, logistica dei materiali, nonché attività di ispezione, aggiornamento di software e pubblicazioni tecniche. 

Le prospettive

«La finalizzazione di questo importante accordo conferma la validità del nostro modello di Customer Support che, grazie ad una struttura di supporto nazionale e globale all’avanguardia, ci consente di fornire ai nostri clienti servizi tecnicologistici dedicati, garantendo alle flotte continuità operativa e agli operatori di essere pronti a gestire ogni tipo di missione, come nel caso dei C-130J operati dall’Aeronautica Militare», ha commentato Dario Marfè, SVP Marketing, Sales, Customer Support Services della Divisione Velivoli di Leonardo. Per Pierfederico Scarpa, VP Strategy, Marketing and Sales di Avio Aero, «questo contratto rappresenta un importante e ulteriore consolidamento della nostra storica partnership con l’Aeronautica Militare: la flotta C-130J è infatti tra le più strategiche della forza aerea. Con questo accordo per il supporto dei motori AE 2100D3, inoltre, Avio Aero fornirà un servizio “Performance-Based Logistics”. Si tratta di un modello innovativo e sempre più utilizzato, che in questo caso ci consentirà non solo di ottimizzare le prestazioni ma anche di implementare soluzioni sempre più efficaci e funzionali in risposta alle esigenze della Forza Armata». 


«Gli equipaggi del C-130J dell’Aeronautica Militare sono un costante esempio delle ineguagliabili e collaudate capacità di trasporto aereo e rifornimento del C-130J. Questa partnership permette a Lockheed Martin di abbinare le informazioni da Oem (Original Equipment Manufacturer) con quelle dei nostri partner di fiducia Leonardo e Avio Aero, garantendo alla flotta italiana di C-130 Super Hercules di essere pronta per qualsiasi missione - ovunque, in ogni momento», ha commentato Trish Pagan, Responsabile dei Programmi Internazionali della Linea di business Mobilità Aerea e Missioni Marittime di Lockheed Martin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA