Veglione di Capodanno nella villa di un imprenditore. Il presidente del Consiglio: «Auto-denunciatevi». Verifiche dei carabinieri sui partecipanti - VIDEO

Martedì 5 Gennaio 2021

«Se tra i miei contatti è presente qualcuno dei partecipanti a questa festa privata della notte di capodanno qui a Brindisi lo invito caldamente ad autodenunciarsi alle autorità per i provvedimenti sanitari (e non solo!) del caso». A scriverlo, su Facebook, è il presidente del consiglio comunale di Brindisi, Giuseppe Cellie.

Il riferimento è al video, che in queste ore circola su vari gruppi Whatsapp, della festa di Capodanno nella villa di un imprenditore brindisino alla quale avrebbero partecipato alcune decine di persone. Tutte, rigorosamente, senza mascherina. E senza rispettare le norme di distanziamento sociale che vietano gli assembramenti tra i non conviventi. Secondo i pochissimi dettagli emersi, la festa si sarebbe tenuta al quartiere Casale.

Il sospetto, infatti, è che tra gli invitati ci fossero alcuni casi di positività al virus e i carabinieri per questo motivo stanno cercando di rintracciarli uno a uno. 

Video

Dal comando della polizia locale, ad ogni modo, si chiarisce che nella notte di Capodanno non è arrivata alcuna segnalazione o denuncia riguardo a feste private o affini. Questo, tuttavia, non significa che non ve ne sia stata, anche più di una, in città. Oltre all'invito all'autodenuncia, il presidente del consiglio comunale del capoluogo, attraverso il suo profilo, lancia anche un altro messaggio agli eventuali partecipanti al party presenti tra i suoi contatti social. «Sia anche celere - scrive infatti Cellie - ad autoeliminarsi dalla mia lista: non sono disposto a condividere il mio spazio, seppur virtuale, con imbecilli e irresponsabili».

Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio, 08:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA