Dà fuoco alla corona d'alloro sulla lapide del poliziotto vittima della strage di via Fani: arrestato

Giovedì 10 Settembre 2020
FASANO - Durante la notte appena trascorsa ha incendiato nella centralissima piazza Ciaia, a Fasano, due corone di alloro posizionate sulle lapidi commemorative presenti sulla facciata del Municipio, compresa quella dedicata alla memoria di uno degli uomini della scorta di Aldo Moro, l'agente di polizia Francesco Zizzi, vittima nella strage di via Fani a Roma, il 16 marzo 1978. Il presunto responsabile, Leonardo Ancona, 38 anni, di Cisternino, già sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata, è stato arrestato in flagranza dai carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Fasano, per danneggiamento seguito da incendio e danneggiamento aggravato.

Quando è stato bloccato dai militari, l'uomo è stato perquisito e trovato in possesso di due accendini, utilizzati per dare alle fiamme le corone di alloro i cui fumi hanno parzialmente annerito le lapidi e il prospetto del palazzo comunale.  Ora si trova agli arresti domiciliari come disposto dall'Autorità giudiziaria. Ultimo aggiornamento: 13:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA