A 30 anni dall'abbraccio grande della Puglia agli albanesi: il premier Edi Rama a Bari e a Brindisi, città di accoglienza

Martedì 16 Febbraio 2021

A trent'anni dall'esodo che portò migliaia e migliaia di albanesi in fuga sulle coste pugliesi, per ricordare quei giorni, il premier albanese Edi Rama sarà a Bari ed a Brindisi, il 5 e 6 marzo prossimi, per ricordare la generosità del popolo pugliese. Ad annunciarlo è il consigliere regionale Pd Maurizio Bruno.
«Fra poco meno di un mese - ricorda infatti l'esponente democratico - ricorreranno i 30 anni di un evento che ha segnato la storia della nostra regione per sempre: facendo del popolo pugliese, agli occhi del mondo, il simbolo dell'umanità, della solidarietà e della pace. La mattina del 7 marzo del 1991, a Brindisi, giunsero le prime imbarcazioni di fortuna gremite di albanesi: primi scampoli di un esodo immenso le cui immagini non potremo dimenticare».


Proprio richiamando alla memoria quei giorni, Bruno si dice «felice di poter annunciare che il 5 e 6 marzo il premier albanese Edi Rama sarà presente prima a Bari e poi a Brindisi per celebrare il ricordo di quei primi sbarchi e dell'accoglienza del popolo pugliese». In questi giorni, riferisce il consigliere regionale, «sono stato spesso in contattato con i comitati che, meritoriamente, sognano di costruire nella nostra regione una memoria condivisa di quel periodo. Ed è stato un immenso onore prodigarmi in tal senso. Perché tutti abbiamo un ricordo di quei giorni, una testimonianza, una storia da raccontare».


Tutti, sottolinea Bruno, «ricordiamo l'impegno incredibile e commovente messo in campo da migliaia di comuni cittadini. Ricordo le famiglie che offrivano un tetto, quelle che correvano a comprare acqua e cibo, quelle che cucinavano. Chi dava vestiti, chi regalava una coperta, chi bustoni carichi di ogni bene di prima necessità. Era il vero cuore del nostro paese, della nostra gente, prima che venisse corrotto dall'odio e dalla propaganda, trasformando la nostra natura da tutti sempre riconosciuta come immensamente umana e accogliente».
E dunque, conclude il consigliere regionale democratico, «l'arrivo a Bari e a Brindisi del primo ministro dell'Albania sarà un'occasione straordinaria per ricordare ciò che abbiamo fatto, per ripercorrere quei giorni di incredibile umanità. E per dimostrare che, a differenza di ciò che dicono, il bene resta nei cuori di chi l'ha ricevuto. E la gratitudine non si esaurisce col trascorrere del tempo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA