Contromano sulla statale, si schianta contro un'altra auto e fugge: caccia al pirata

Giovedì 30 Gennaio 2020 di Alfonso SPAGNULO
Tragedia sfiorata ieri mattina sulla Statale 172. Erano circa le 10.30 quando una vettura, che alcuni testimoni indicanto come un un monovolume Citroen scuro, ha imboccato contromano la Statale 172 dir, dal bivio della curva Madonnina, dove per i lavori di ammodernamento la strada diventa a senso unico. Ha percorso poche decine di metri quando, all'altezza del vecchio snodo dell'acquedotto, il pirata della strada ha impattato frontalmente, per fortuna a velocità non troppo sostenuta, contro una Renault Clio bianca che procedeva nel regolare senso di marcia.

Roma, contromano sul Grande Raccordo Anulare si schianta contro auto: 5 feriti
Auto contromano sulla statale: la folle corsa di una Mercedes - VIDEO

Uscito dalle vettura per constatare i danni, il pirata della strada si è reso conto di averla fatta grossa, ha raccolto il paraurti su cui era la targa e altri particolari rotti della sua autovettura, è risalito in auto ed è scappato in retromarcia, imboccando la salita della Madonnina per far perdere le sue tracce. Illeso, per fortuna, il conducente della Renault Clio. Spettatori dell'accaduto gli operai che stanno lavorando all'ampliamento della statale che, secondo le prime indiscrezioni, hanno fatto in tempo a fotografare la vettura del pirata della strada. Sul posto sono giunti gli agenti della Polizia Municipale per i rilievi del caso. Per oltre 40 minuti il traffico è stato completamente interrotto sulla già martoriata arteria stradale.

Proprio qualche giorno fa a segnalare come il divieto di transito in discesa venisse ignorato erano stati gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Fasano. A dire il vero quotidianamente mezzi pesanti, i cui autisti non badano al divieto di accesso, restano poi bloccati provocando disagi alla circolazione. «I mezzi pesanti hanno fatto notare i pentastellati di Fasano - ignorano completamente la deviazione dalla Vernisina, bloccandosi poi alla Madonnina, dato che non possono percorrere via Giardinelli né, tantomeno, la Statale in senso contrario. Inoltre, in via Giardinelli è diventato uso comune quello di percorrerla controsenso nelle prime ore del mattino (testimoniato da persone che la fanno quotidianamente per recarsi a lavoro a Fasano), mentre dalla Statale si continua a imboccare la via Vecchia di Laureto, con sfacciata naturalezza, nonostante divieti e transenna posizionata per rendere la manovra ancor più difficoltosa. Ma evidentemente il deterrente non sortisce l'effetto sperato».

A tutela dell'incolumità dei cittadini rispettosi delle regole il Movimento 5 Stelle ha chiesto se fosse il caso che le forze dell'ordine controllassero regolarmente la Statale e i percorsi alternativi, onde evitare infrazioni alla segnaletica temporanea, con i conseguenti rischi connessi che ben conosciamo tutti noi cittadini. Oltre a queste criticità viene segnalata da più parti anche l'imprudenza di molti ciclisti amatoriali che percorrono in discesa la Statale 172 mettendo in serio pericolo l'incolumità propria e degli automobilisti che percorrono quell'arteria pensando che sia a senso unico. E non finisce qui. Perché nelle scorse settimane era giunta la segnalazione di diversi automobilisti del fatto che molte auto, in piena notte, imboccano il senso di marcia contrario, ignorando completamente la deviazione obbligatoria posta all'altezza della Madonnina per poter raggiungere il centro abitato di Fasano. Situazione anche questa che ovviamente crea numerosi pericoli ed eleva notevolmente il rischio incidenti. Ultimo aggiornamento: 08:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA