Brindisi, il caos dopo lo scontro sul bilancio: si dimette l'assessore

Martedì 17 Novembre 2020
Palazzo di città

BRINDISI - L'assessore al Bilancio del Comune di Brindisi, Cristiano d'Errico, lascia l'incarico. Ad annunciarlo è lo stesso componente della giunta con una nota stampa. Le dimissioni di d'Errico giungono all'indomani della riunione di giunta in cui sono stati approvati solo gli allegati allo schema di bilancio di previsione 2020 ma non il documento di programmazione economico finanziaria triennale, che comunque dovrebbe ottenere il via libera questa mattina.

«Non mi ci trovo. Non mi ci trovo più. - scrive d'Errico - Lascio l’incarico assessorile dopo poco più di due anni con il rammarico della consapevolezza di aver avviato un importante percorso di “normalizzazione” di settori che in passato sono stati oggetto di attenzione giornalistica e talvolta della magistratura ma di non poter portare a termine i processi avviati.  Il bilancio previsionale è l’atto politico più importante di una comunità; non è atto ragioneristico. È l’atto in cui si condensano prospettive, visioni, soluzioni alle difficoltà di una città che le istanze dei cittadini e delle parti sociali portano in se. Il bilancio previsionale dovrebbe portare in se un progetto di sviluppo e di crescita facendo leva sulla storia, sui punti di forza, sulle infrastrutture della città. Il bilancio previsionale, in quanto prospettiva per la città, dovrebbe avere la massima condivisione con i cittadini, coordinati in tutte le loro manifestazioni, e con tutti gli stakeholder, ossia con tutti coloro i quali sono direttamente o indirettamente coinvolti in un progetto di città. Questo, però, non è il mio bilancio; non è il bilancio che avrei voluto per la mia città».

Ultimo aggiornamento: 12:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA