Un circo con gli animali nel centro commerciale. Gli animalisti: «Basta barbarie»

Mercoledì 11 Dicembre 2019 di Alfonso SPAGNULO
Spunta un tendone da circo all'interno del centro commerciale Conforama a Fasano, in provincia di Brindisi, e l'associazione animalista Quattrozampe nel cuore torna ad alzare la voce. «Basta! Basta! Basta esplodono gli attivisti del sodalizio fasanese -! Di nuovo il circo in città. Mediamente ogni 4 mesi abbiamo l'infamia di vedere sul nostro territorio perpetrare l'abuso su dei poveri animali, sottratti forzatamente ad una vita degna di questo nome. Le condizioni di vita nei circhi e negli spettacoli itineranti sono irrispettose della esistenza dell'animale».

L'elefante a passeggio sul marciapiede: più disciplinato dei pedoni
Domatore del circo Orfei ucciso da quattro tigri a Bari: choc durante le prove. Animali sequestrati e trasferiti allo zoo
Pinguini tenuti in frigo al circo, sequestrati

«Gli addestramenti - proseguono - sono eseguiti con l'utilizzo di punizioni e torture; una vita in gabbia perpetua, fatta di solitudine, di abbandono, di segregazione che determina un malessere innaturale e contro evolutivo nell'animale, che mal si abbina con la sua indole; costretti a sforzi fisici e psicologici mentre fanno capriole e salti che mettono anche a repentaglio la loro stessa vita. Tante sono state e continuano le segnalazioni di cittadini che si oppongono a questo tipo di manifestazioni, perché l'etica di chiunque s'indigna e rifiuta questa spregevole pratica. Ma cosa ci può essere di divertente nel vedere un uomo con una frusta comandare un animale di grande stazza ad eseguire ordini, a fare azioni che mai farebbe naturalmente se potesse scegliere?».

La polemica dell'associazione Quattrozampe nel cuore, nota a Fasano anche per aver gestito il canile e per pungolare l'Amministrazione comunale sull'andamento dei lavori per la nuova struttura, ribadisce il suo concetto di circo. «La vera arte circense è fatta di giocolieri, acrobati, pagliacci, artisti abili in tanti ambiti che riescono ad attirare l'attenzione di grandi e piccini e intrattenere un pubblico consapevole continuano nella nota -. Basta poco, anche un solo segnale per tutelare questi esseri indifesi e soggetti a pericoli e incurie quotidiane. Un'amministrazione giusta prevederebbe norme per evitare lo stazionamento nella nostra zona e rendere Fasano una città amica per davvero della Natura e degli animali. Noi diciamo no, gridiamo no al circo che prevede l'utilizzo di specie animali, amiamo il circo per l'aria che si respira perché ritorniamo all'infanzia, perché ci fa credere nella magia e che i sogni, anche quelli impossibili si possono realizzare. Vogliamo un Circo senza animali e non smetteremo mai di lottare per averlo. Invitiamo pertanto gli organi competenti a considerare quanto esposto e mettere in atto gli strumenti idonei a precludere la possibilità ai circhi con animali di esibirsi nella nostra Fasano».

In passato della questione si era anche interessato il Movimento 5 Stelle fasanese che più di una volta aveva invitato l'Amministrazione comunale a non concedere autorizzazioni ai vari circhi di poter allestire sul territorio le tende per gli spettacoli.
E da parte anche di molti esponenti della maggioranza c'era stata una sorta di adesione a questa forma di protesta però mai materializzatasi a livello ufficiale tanto che, come sottolineato dall'associazione animalista, periodicamente un circo fa sosta in città. © RIPRODUZIONE RISERVATA