Ceglie, l'autopsia: nessuna violenza sul corpo della 82enne trovata nel congelatore

Ceglie, l'autopsia: nessuna violenza sul corpo della 82enne trovata nel congelatore
2 Minuti di Lettura
Sabato 26 Novembre 2022, 17:34

Non sono emersi segni di violenza sul corpo di Maria Prudenza Bellanova, l’82enne conosciuta come Renza, trovata cadavere in un pozzetto congelatore martedì pomeriggio in una villa di campagna di Ceglie Messapica, in provincia di Brindisi. Il che vuol dire che per comprendere le cause della morte bisognerà attendere l’esito degli esami istologici e tossicologici effettuati nel corso dell’autopsia effettuata oggi nell’obitorio di Francavilla Fontana dal medico legale, Domenico Urso, che non si è espresso sull’arco temporale in cui è avvenuta la morte. La perizia è durata tre ore.

La salma è stata trasferita al cimitero

Alle 15 la salma è stata trasferita presso la camera mortuaria del cimitero di Ceglie. Ed, in seguito, il magistrato ha rilasciato il nulla osta per lo svolgimento dei funerali e ha restituito la salma ai familiari, vale a dire al figlio 55enne, Angelo Bellanova, denunciato a piede libero dopo aver confessato ai carabinieri l’occultamento del cadavere della madre nel freezer.

© RIPRODUZIONE RISERVATA