Litigano nel pub e poi picchiano
i gestori del locale: arrestati in sei

Litigano nel pub e poi picchiano
i gestori del locale: arrestati in sei
Litigano con alcuni coetanei in un pub del centro. Poi picchiano i gestori del locale intervenuti in difesa dei primi e all’intervento dei carabinieri, uno viene ammanettato, mentre gli altri si danno la fuga. Arrestato dopo un inseguimento con tanto di incidente un gruppo di 20enni di Carovigno, tutti già noti alle forze dell’ordine. Questi i nomi degli arrestati: Antonio Summa, 25enne, Salvatore Carrone 18enne e fratello di un altro arrestato, Alessio Giuseppe Carrone, di 21 anni, Flavio Colella, di 20 anni, Vincenzo Baccaro, di 20 anni, e Vito Prodi, anche lui di 20 anni.
A Carovigno un sabato sera più vivace del solito, tanto animato da superare il limite della tolleranza e finire con sei arresti. È accaduto tutto in un locale del centro. C’erano come sempre tanti ragazzi, solito via vai di gente. Poi, secondo quanto riferito ai carabinieri, un gruppo ha preso a litigare animatamente con altri ragazzi per motivi futili. In pochi minuti l’alterco si sarebbe trasformato in un’aggressione in piena regola. Il tutto sotto gli occhi di tutti. A questo punto, secondo la ricostruzione fatta dai militari, i gestori del locale sono intervenuti in difesa dei ragazzi che stavano avendo la peggio. Ma da pacieri, questi sono presto diventati vittime. Il gruppo ha iniziato ad inveire anche contro di loro. E dalle parole, i ragazzi sono passati alle mani. Spaventati dal marasma, sono intervenuti anche i famigliari dei titolari e un dipendente. Ma poco è cambiato. Calci, pugni, minacce.
Un passante ha sentito tutto, ha visto volare i ceffoni e ha deciso di chiedere l’intervento dei carabinieri della stazione carovignese. Quando i militari sono arrivati sul posto, la rissa era ancora in corso. Immediato il tentativo d
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 4 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 05:00