Bocciato il bilancio: in crisi la giunta Lanzilotti. Decisivo il "no" di un neoeletto consigliere comunale

Lunedì 30 Novembre 2020 di Danilo Santoro

CAROVIGNO - Mancata approvazione del bilancio consuntivo: in crisi l’amministrazione di Carovigno. Nel comune brindisino si potrebbe, salvo colpi du scena, tornare alle urne nella primavera del 2021. Decisivo lo stappo all’interno della maggioranza tra il primo cittadino Massimo Lanzilotti ed il Partito Democratico. Pochi minuti fa in consiglio comunale, a causa della frattura nella coalizione del sindaco, si sarebbe consumato l’ultimo atto dell’amministrazione. Voto contrario anche del neo consigliere Jacopo Russo (primo dei non eletti della lista civica Popolo democratico), subentrato tra i banchi proprio oggi al posto della dimissionaria Marzia Bagnulo, dirigente locale Pd), che nella stessa seduta dopo la surroga si è subito dichiarato indipendente, unendosi di fatto all'opposizione. In totale 8 voti favorevoli, 8 contrari, un astenuto:  il bilancio non passa e già nelle prossime ore dalla Prefettura di Brindisi potrebbe giungere il commissario chiamato a traghettare il comune alle elezioni della prossima primavera. 

 

Ultimo aggiornamento: 16:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA