Rissa sfociata nel sangue: sospesa la licenza del bar teatro della violenza

Lunedì 3 Febbraio 2020 di Danilo Santoro
Primi provvedimenti dopo la rissa sfociata nel sangue. Il questore di Brindisi ha disposto, infatti, la sospensione della licenza per la somministrazione di alimenti e bevande del bar di Carovigno teatro della zuffa. Ordinanza assunta per motivi di ordine pubblico e di sicurezza dei cittadini, anche con la finalità di impedire il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale. Il provvedimento, che prevede la chiusura per 15 giorni, è stato eseguito e notificato al titolare nella giornata di venerdì scorso da personale del Commissariato di Ostuni.

Prima la lite, poi col bicchiere gli recide parte della giugulare: grave un 29enne
Lite in un bar: 41enne ferito gravemente alla gola con una bottiglia

La decisione è maturata a seguito di un’accesa lite tra due clienti con l’impiego di bottiglie di vetro rotte alla presenza di altre persone, tutti con numerosi precedenti penali alle spalle, per reati contro il patrimonio e droga. I fatti risalgono al 22 gennaio scorso: ad essere ferito con una bottiglia di vetro alla gola, un 41enne (V. C.), originario di Ostuni, poi soccorso e ricoverato nel reparto di otorinolaringoiatria del “Perrino” di Brindisi. Alla base del grave ferimento un diverbio degenerato nel cuore della notte. Le indagini circa quel grave episodio sono state svolte dagli agenti della polizia che hanno individuato tutti i coinvolti nella vicenda, inoltrando un’informativa all’Autorità giudiziaria. In passato all’interno dello stesso esercizio commerciale vi era stato un altro grave fatto di sangue. L’attività posta in essere dagli agenti del Commissariato si innesta nella intensificazione dell’attività di prevenzione, coordinata dalla Questura.

  Ultimo aggiornamento: 13:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA