Carbone al porto di Brindisi per l'ex Ilva, revocata la richiesta

Carbone al porto di Brindisi per l'ex Ilva, revocata la richiesta
BRINDISI - Con una nota recapitata all'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale è stata richiesta la sospensione del procedimento avviato per il nulla osta allo sbarco nel porto di Brindisi del carbone diretto allo stabilimento Arcelor Mittal, ex Ilva, di Taranto. La richiesta era stata avanzata da una impresa portuale che opera a Brindisi. A quanto si apprende la necessità di movimentare il carbone a Brindisi a causa del sequestro di alcune banchine del porto di Taranto dopo il crollo di tre gru costato la vita a un operaio, è stata ritenuta non più attuale. L'ipotesi dell'arrivo di carbone nel porto di Brindisi era stata subito avversata dal sindaco di centrosinistra Riccardo Rossi, sostenuto nell'opporsi all'istanza, da forze politiche di maggioranza e opposizione. Il tavolo tecnico convocato dall'Authority per domani è stato annullato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 5 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento: 14:55