Occhi puntati sul traguardo: arriva il Giro d'Italia, volata finale a Brindisi

Venerdì 9 Ottobre 2020 di Francesco TRINCHERA

L’attesa è finita. In città arriva la “carovana rosa”. Una tappa breve, di soli 143 chilometri, e quasi tutta nelle pianure del Salento. Oggi è il giorno della Matera-Brindisi che riporta il Giro d’Italia nel capoluogo adriatico dopo quasi 50 anni. La carovana dalla Città dei Sassi si dirigerà verso Taranto (sede di uno sprint intermedio, come anche Grottaglie) e la sua provincia, imboccando poi il territorio brindisino. L’arrivo nel pomeriggio, tra le 16.15 e le 16.45, per la volata finale in via Palmiro Togliatti.

 

 


Il cammino di preparazione per l’evento sportivo, seguito in oltre 180 paesi nel mondo, è stato complesso ed articolato, soprattutto per le implicazioni che porta con sé sul piano della viabilità. In questo senso, a Brindisi sia lungo il percorso che nelle zone che serviranno all’organizzazione è stato approntato un piano particolareggiato. Già da ieri, infatti, sono proibiti sia la sosta che il transito (ad eccezione dei mezzi autorizzati) nella zona del traguardo ed ancora in quella del villaggio di tappa in via Galanti.

 

LEGGI ANCHE La "corsa" contro il Covid. Brindisi si alza sui pedali


Oggi, invece, saranno vietate la sosta a partire dalle 8 ed il transito a partire dalle 12 nelle altre strade che saranno toccate dalla carovana (via Appia, via Tor Pisana, viale Commenda, via Tirolo).


Interdetta a sosta e transito a partire dalle 5 di oggi anche la zona del quartier tappa (che sarà al seminario Benedetto XVI). Sono state approntate delle soluzioni di viabilità alternativa per dirigersi verso il centro o l’Ospedale: l’invito fatto dalle autorità, comunque, è ad usare l’automobile lo stretto necessario sino a cessate esigenze: a vigilare sul corretto svolgimento della corsa ci saranno circa 200 uomini tra Polizia locale e volontari di protezione civile, alcuni dei quali provenienti anche da altre città. La gestione degli ultimi 1.400 metri è invece di competenza di Rcs, che per le regole anti-Covid ha contingentato l’accesso all’area fino ad un numero massimo di persone che sarà loro compito valutare. Fuori dall’abitato brindisino, resterà chiusa anche la statale 7 a partire dalle 12, in entrambi i sensi di marcia e sino a quando sarà ritenuto necessario, mentre sull’intero percorso della Provincia di Brindisi la Polizia stradale ha predisposto un piano di chiusure sulla stessa arteria e sulle vie che saranno attraversate sia a Francavilla Fontana che Mesagne, predisponendo anche una serie di soluzioni alternative soprattutto nelle direttrici tra Brindisi, Taranto e Lecce.


Sempre per quel che riguarda il capoluogo adriatico, inoltre, è stata emanata un’ordinanza che prevede, per la giornata di oggi, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado (alcune di queste ricadevano proprio sul percorso). I più piccoli, però, parteciperanno a loro modo: una rappresentanza del Consiglio comunale dei ragazzi, per celebrare l’inizio delle proprie attività per questa stagione, lungo il percorso (probabilmente intorno all’ultimo chilometro) saluterà l’arrivo dei corridori sventolando bandierine create da loro. Ed oltre al pubblico che, sulle strade del percorso, applaudirà gli atleti in gara, a dare la propria vicinanza al Giro ci saranno anche i commercianti di Brindisi e Mesagne, sia nella strade su cui correranno i ciclisti che altrove: in molti, infatti, hanno addobbato le proprie vetrine di colore rosa o comunque con un richiamo al ciclismo. In questo contesto, anche albergatori e ristoranti hanno lanciato una loro iniziativa, creando un menù rosato in cui il tratto distintivo è il vino prodotto localmente.

 

Quest’ultimo è stato anche il protagonista della Notte rosata, la manifestazione del Distretto urbano del Commercio che ha messo insieme sport, enogastronomia, commercio e cultura.

Ultimo aggiornamento: 13:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA