Vinti 100mila euro al Superenalotto, ma mai riscossi

Giovedì 9 Settembre 2021 di Roberta GRASSI

BRINDISI - C'è chi scappa con il gratta e vinci altrui e poi c’è chi ha vinto al Superenalotto e non lo sa. Il paradosso passa per Brindisi dove Sisal cerca il fortunato assegnatario di un premio di 100mila euro ad un concorso del Superenalotto che non è consapevole di quanto gli è accaduto. 
Uno è il codice estratto. Quel che si sa che la giocata è stata fatta in una tabaccheria di corso Roma e che chiunque sia stato baciato dalla dea bendata potrà esercitare il proprio diritto all’incasso della somma solo entro venerdì 24 settembre. In realtà sono 8 i vincitori inconsapevoli in tutt’Italia. Il concorso è quello che è stato denominato “Estate 100x100” e che prevedeva un’estrazione straordinaria fra quanti avessero giocato al Superenalotto. 

Le schede

Le vincite non riscosse si localizzano in Lombardia, Campania, Friuli Venezia Giulia, Marche, Basilicata, Lazio, Veneto e Puglia, per l’appunto a Brindisi. Un riferimento più preciso è che il concorso è il numero 76 di sabato 26 giugno. Sisal quindi invita i giocatori a verificare i codici alfanumerici univoci legati all’iniziativa speciale, presenti sulla ricevuta di gioco. La strana ricerca è stata attivata proprio nella settimana successiva a quella caratterizzata, in tema di giochi, da un caso di cronaca che ha avuto molto clamore e suscitato reazioni di grande ironia sui social. Un tabaccaio di Napoli fuggito con l’incasso di un gratta e vinci da 500 mila euro acquistato da una signora di 69 anni che aveva denunciato il fatto. L’uomo era stato fermato mentre tentava di imbarcarsi su un volo per Fuerte Ventura, sulla vicenda sono in corso indagini ed è stata in cima alle “tendenze” dei social per giorni, con tutti i suoi meme e le vignette varie. 
Qui il discorso è ribaltato. C’è la vincita, non si trova il vincitore. 

Ultimo aggiornamento: 11 Settembre, 07:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA