"Nostra figlia violentata in spiaggia". Denuncia shock dei genitori di una diciannovenne

Martedì 13 Agosto 2019
OSTUNI - «Nostra figlia ha subito violenze sessuali durante una festa in spiaggia al Pilone». E’ questa la denuncia che una famiglia di origine campane ha presentato alla Squadra Mobile di Brindisi nelle scorse ore. Sono stati gli stessi genitori ad accompagnare la 19enne, in vacanza sulla costa di Ostuni, in provincia di Brindisi,  prima al pronto soccorso del “Perrino” di Brindisi e poi a chiedere l’intervento delle forze dell’ordine per accertare i fatti che sarebbero avvenuti in un lido della Città Bianca.

E così dalla Questura del capoluogo è partita la fase di accertamenti e riscontri in merito a quanto dichiarato dalla ragazza. Al vaglio degli inquirenti anche i sistemi di videosorveglianza interni ed esterni dei locali che si trovano sul litorale nord di Ostuni, dove la 19enne ha raccontato di aver trascorso la serata. Qui avrebbe incontro un giovane, forse coetaneo, o comunque un po’ più grande di lei. La conoscenza, in poco tempo, si sarebbe spinta oltre- ha denunciato alla Squadra Mobile la turista campana- con i due che si sarebbero allontanati in un posto isolato, fino agli abusi di cui ne sarebbe rimasta vittima. La testimonianza della giovane è ora al vaglio degli inquirenti della Squadra Mobile di Brindisi, coordinati dal vicequestore Rita Sverdigliozzi.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA