Rapinatore latitante tenta di evitare la cattura fuggendo sui tetti: preso

L'arresto del sospetto rapinatore
Accusato di rapina insieme al cognato, tenta la fuga sui tetti, arrestato un 57enne. Era considerato l’autore della rapina messa a segna alla vigilia di Natale scorso ai danni del mobilificio Magrì Arreda di Francavilla Fontana, Mario Misuraca, latitante da 15 giorni, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana dopo aver tentato una rocambolesca fuga sui tetti. Il cognato, Bruno Leo, ritenuto responsabile in concorso nella rapina, era stato già arrestato il 5 luglio scorso. Il provvedimento di custodia cautelare in carcere  a carico degli indagati era stato emesso dal GIP del Tribunale di Brindisi, Stefania De Angelis, su richiesta del Procuratore Aggiunto della Procura della Repubblica di Brindisi, Antonio Negro. L’attività investigativa era stata svolta Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Francavilla Fontana.

Misuraca, latitante da 15 giorni, è stato individuato in un appartamento in via De Mille ad Oria. I militari dopo aver bussato hanno dovuto abbattere la porta. Misuraca stava infatti tentando la fuga attraverso una finestra per poi raggiungere un cunicolo appositamente predisposto in un edificio a fianco, passando per i tetti. Il tempestivo intervento dei Carabinieri ha permesso di rintracciarlo ed arrestarlo. L’uomo ha tentato di opporre resistenza sino a quando non è stato immobilizzato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 20 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento: 14:11